SHARE

Poli

E’ un Andrea Poli battagliero quello che ha parlato ieri in conferenza stampa a Milanello. Il centrocampista del Milan, confermato dopo la buona stagione a livello personale dello scorso anno, ha cercato di delineare il percorso della squadra rossonera all’insegna della grinta e della voglia di fare. Poli ha poi rivelato le sue sensazioni riguardo l’incontro con il neo C.T. della Nazionale Antonio Conte e il suo pensiero sul modulo che il Milan adotterà quest’anno.

Ecco le parole di Poli riportate dal sito ufficiale dei rossoneri: “Contro la Lazio sarà la prima partita di un nuovo corso, vogliamo vincere. Vogliamo partire con il piede giusto per dare un segnale positivo a tutto l’ambiente. L’incontro con il C.T. Conte mi ha fatto molto piacere, è un allenatore vincente, l’Italia ha bisogno di un allenatore come lui. Starà a me meritare sul campo la sua convocazione. Con Mister Inzaghi abbiamo iniziato un percorso, stiamo cercando di far crescere la squadra, lo stiamo facendo passo passo, partita per partita e vogliamo arrivare domenica contro la Lazio nel modo migliore. Credo che lo spirito sia fondamentale per una squadra, cercando di essere tosti, compatti. Lo abbiamo visto anche sabato. Se la società interverrà nel mercato ci aiuterà, ma ad oggi questo Milan è una squadra tosta e starà a noi dimostrarlo. Penso che la Juve sia la squadra da battere. Penso che il Milan possa fare un buon campionato. Credo nel lavoro, nella voglia di fare bene e credo che abbiamo cominciato bene in questo senso. Già dal Trofeo Tim si è visto un Milan più compatto, con la voglia di vincere e dobbiamo ripartire da li. Rino Gattuso è un esempio che tutti dobbiamo seguire, mi hanno fatto piacere le sue parole sul mio conto, è un grandissimo esempio. Giocare qui è una grande soddisfazione, questo è un club speciale per ognuno di noi. A me piace il concetto di gruppo, dobbiamo dare tutti il massimo ogni giorno, ognuno si deve prendere le proprie responsabilità. Mi piace la parola collettivo, voglio che la squadra dove gioco vada in campo motivata per vincere. I tifosi sono sempre stati parte integrante. Contro l’Atletico vedere San Siro con 80.000 spettatori, siamo stati sospinti da un pubblico eccezionale. I tifosi sono il 12° uomo in campo e sta a noi riconquistarli per avere il pubblico dalla nostra e spero vengano numerosi allo stadio perchè insieme a loro possiamo cercare di ritornare grandi. Balotelli è sicuramente un giocatore importante, le parole di saluto nei confronti del Milan e dei tifosi sono state un bel gesto, gli faccio l’in bocca al lupo. Il gruppo è compatto e sicuramente questo Milan venderà cara la pelle con tutti. Mister Inzaghi mi ha messo nella mia posizione ideale, mezz’ala destra, ma anche sinistra, è il ruolo più adatto alle mie caratteristiche. Mi piace fare le due fasi, sia quella offensiva che difensiva. Il 4-3-3 mi permette di essere più incisivo sotto porta e spero di esserlo di più quest’anno. Con Mister Inzaghi in questo periodo abbiamo lavorato molto sul campo, sulla compattezza. Spero che Balotelli possa avere in Premier League le soddisfazioni che desidera. In questi tre anni le mezz’ali della Juventus sono state le migliori, hanno fatto il maggior numero di gol e prestazioni eccellenti. Mister Conte è venuto a farci visita, è stato un colloquio interessante, ci ha spiegato le sue idee”.

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE