SHARE

c7f70e1a87f9cd2d62c79d0675a45290-45295-1408361047

Il primo match del campionato di Serie B 2014-2015 ha visto scontrarsi al Renato Curi di Perugia, i padroni di casa contro il neo retrocesso Bologna. Gli umbri vincono meritatamente una partita dominata sin dall’inizio, costringendo i rossoblu a continui lanci lunghi grazie ad un pressing asfissiante.

La partita, difatti, la fa sin dall’inizio il Perugia, spingendo sulle fasce governate da Del Prete e Crescenzi. Il Bologna fa fatica a ripartire, incatenato da un alto pressing avversario, e si affida solo a lanci lunghi. Anche il Perugia però fatica ad affacciarsi pericolosamente in area bolognese. Al 27′ ci prova Verre con un’azione personale che porta ad un tiro alto sopra la traversa .

5 minuti dopo ci riprova Rabusic, che, insieme a Falcinelli è molto attivo là davanti, ma il tiro è fiacco.

Il Bologna continua a difendersi senza mai pungere, Cacia è troppo isolato e si dimena inutilmente tra i centrali perugini. Goldaniga e Giacomazzi, infatti, riescono ad annullare l’ex attaccante dell’Hellas.

In chiusura di tempo, Falcinelli conclude dal limite dell’area ma la conclusione è deviata da un difensore e termina fuori.

Il secondo tempo inizia con un soliloquio da parte dei padroni di casa, che, subito, si affacciano nell’aria avversaria con una rasoiata di Taddei che finisce di poco a lato.

Fazzi e Del Prete riforniscono le punte con molti cross, che, però vengono neutralizzati dalla coppia Maietta-Paez. Gli umbri però, portano troppi giocatori in avanti sbilanciandosi e lasciando ampi varchi ai rossoblu. Infatti, Laribi, prova ad approfittarne al 57′, ma il giovane Provedel si oppone.

al 63′ il Perugia passa grazie ad un’azione partita dalla sinistra e finita sui piedi di Verre ,che, da fuori aria trafigge Coppola anche grazie ad una deviazione.

Il Bologna prova a cambiare qualcosa facendo entrare al 68′, Giannone  al posto di Troianiello.

Al 72′ poi, la situazione peggiora ulteriormente per il Bologna, dato che l’esperto terzino austriaco Garics, si fa espellere per un applauso irrisorio al direttore di gara che gli aveva fischiato un fallo contro, e senza pensarci troppo lo manda sotto la doccia.

Dalla punizione che segue ,Coppola non trattiene per un attimo il pallone che Goldaniga non riesce a colpire.

La squadra di Lopez  prova in tutti i modi ad attaccare ma l’uomo in meno si fa sentire pesantemente. E’ Falcinelli al 78′, che va vicino alla rete con una bellissima girata di destro che super di un soffio la traversa.

Raddoppia all 85′  per i padroni di casa , il perugino di nascita Falcinelli , mettendo in rete un cross rasoterra del neo entrato Parigini.

Incredibilmente un minuto dopo, Goldaniga atterra in area Cacia e viene concesso un penalty che il bomber realizza con freddezza.

Gol, che però non risolve i problemi per i felsinei,dato che al 44′ rimangono in 9 per un intervento killer di Zuculini su Falcinelli che è costretto a lasciare il campo in barella.

Il Bologna tenta di trovare il gol della bandiera, ma i tentativi sono vani.

Al triplice fischio di Gavilucci, il Renato curi esplode in una gioia incontenibile. L’impressione è che la compagine di Camplone farà divertire molto i propri tifosi.

 

PERUGIA-BOLOGNA 2-1 TABELLINO

Perugia (3-5-2): Provedel; Goldaniga, Giacomazzi, Comotto; Del Prete, Fazzi (86’ Fossati), Taddei, Verre, Crescenzi (83’ Fabinho); Rabusic (63’ Parigini), Falcinelli. All.: Camplone

Bologna (4-3-3): Coppola; Garics, Maietta, Paez, Morleo; Casarini, Matuzalem, Buchel (78’ Pasi); Troianiello (71’ Giannone), Cacia, Laribi (83’ Zuculini) All.: Lopez

Marcatori: 64’ Verre, 85’ Falcinelli; 88’ Cacia

Ammoniti: Goldaniga, Falcinelli, Rabusic; Matuzalem, Cacia

Espulsi: Garics, Zuculin

 

SHARE