SHARE

filippo-inzaghi-mister

Continua a impazzare in casa Milan la questione Fernando Torres che, dopo l’incontro positivo di ieri in un hotel di Milano tra l’agente e Adriano Galliani, è sempre più vicino a una risoluzione positiva per i rossoneri. E’ atteso per oggi pomeriggio infatti l’incontro risolutore tra il procuratore dello spagnolo e i dirigenti del Chelsea per discutere della buonuscita. Intanto questa mattina lo stesso Torres ha avuto un incontro col manager proprio per definire le strategie future, e il tecnico dei ‘Blues’ Jose Mourinho ha confermato che il giocatore vorrebbe provare una nuova esperienza. Questa la formula con la quale il Milan dovrebbe acquisire Fernando Torres: il club rossonero, per motivi fiscali, lo prenderebbe in prestito per due stagioni. Nel 2016, una volta che andrà in scadenza col Chelsea, il giocatore firmerà per un altro anno con il Milan.

Sembra invece complicarsi la pista Alessio Cerci, dopo le parole di ieri del presidente Urbano Cairo in occasione del preliminare di Europa League. Il patron granata ha chiuso le porte a un trasferimento in rossonero dell’esterno, giudicando bassa l’offerta del Milan rispetto alle pretendenti internazionali. Nella giornata di ieri intantoc’è stata una telefonata tra Adriano Galliani e Josè Mourinho, nella quale quest’ultimo ha spiegato che anche secondo lui la soluzione migliore per Mark Van Ginkel sarebbe quella di giocare una stagione in prestito all’estero. I rossoneri sono pronti a prenderlo in prestito oneroso secco, con una formula particolare, cioè sopra le 20 presenze il costo del prestito (mezzo milioni circa) diminuirebbe progressivamente, sotto le 20 invece raddoppierebbe. Tutto questo perché c’è la volontà di valorizzare un giovane su cui il Chelsea e Mourinho puntano molto. Come per Torres, anche per van Ginkel quella di oggi potrebbe essere la giornata decisiva.

Non solo mercato però per il Milan, che domenica alle 18 debutta in campionato davanti ai propri tifosi contro la Lazio. Nella giornata di ieri Pippo Inzaghi ha fatto alcuni esperimenti nella partitella a Milanello contro una squadra mista di Primavera e Berretti. Il tecnico rossonero nel ruolo di prima punta ha alternato Pazzini e Menez, con il francese che sembra però favorito per essere titolare con i biancocelesti. Sugli esterni, invece, ci saranno a destra Honda e a sinistra El Shaarawy. Inzaghi deve invece ancora decidere chi schierare in mezzo alla difesa, dove Alex, Bonera e Zapata si giocano due maglie da titolari, con i primi due favoriti rispetto al centrale colombiano.

SHARE