SHARE
Francesco Repice credits www.gazzettagiallorossa.it
Francesco Repice credits www.gazzettagiallorossa.it
Francesco Repice credits www.gazzettagiallorossa.it

Sorteggi di Champions , il ritorno della Serie A e la Nazionale: per iniziare al meglio la stagione, la redazione di MaiDireCalcio.com  ha contattato Francesco Repice, radiocronista di punta di Radio Rai e voce inconfondibile di Tutto il Calcio minuto per minuto:

Sorteggi Champions: alla Juve un girone fattibile mentre alla Roma è capitato il più classico dei gironi di ferro.

“Senza dubbio la Juve è obbligata a passare. La Roma è capitata in un girone pazzesco con due squadre che possono vincere tranquillamente la Champions ed il CSKA che verrà all’Olimpico nel pieno della forma. Penso anche che Bayern e City non credo siano contente di aver pescato la Roma in quarta fascia. La Roma ora è una squadra completa che anche se ha perso un perno importante come Benatia, ha comprato un difensore importante come Manolas, che mi ricorda il primo Chivu che arrivò dall’Ajax nel 2003.”

Intanto però la Champions ha già regalato la prima delusione della stagione con l’eliminazione del Napoli contro il Bilbao

“Non riesco a capire delle volte come si muovono certe squadre sul mercato. E’ evidente che il Napoli ha bisogno di qualità in mezzo al campo e di struttura in difesa ma non sono stati fatti investimenti in questi settori.  La sconfitta di Bilbao non è altro che il risultato dei mancati investimenti  su quei reparti. I problemi dell’anno scorso non stati risolti ed infatti la squadra di Benitez continua a fare gli stessi errori., con l’aggravante che le tre amnesie difensive dell’altra sera sono arrivate con il Napoli in vantaggio, quando bastava solo gestire il risultato. Ora ripartire dall’Europa League non è molto facile, dopo quello che si è fatto l’anno scorso. La squadra e la città di Napoli meritano altri palcoscenici. “

La responsabilità di questo primo fallimento è da accreditare più a  Benitez o alla dirigenza partenopea?

“La responsabilità principale è nella dirigenza più che in Benitez o nella squadra. Sono sicuro che Bigon stia cercando giocatori utili alla causa ma il problema è poi non fare investimenti pesanti dove serve.  Il Napoli doveva presentarsi al preliminare di Champions già pronto ma cosi non è stato . Ora ripartire in campionato subito diventa decisamente complicato”

Domani finalmente riparte la serie A con due anticipi , Chievo-Juve e Roma-Fiorentina.

“Io credo che la Juventus sia tutta da scoprire, ha cambiato giocatori, allenatore e modo di giocare. Alla squadra bianconera mancano dei difensori centrali , ma ha fatto un acquisto importante secondo me come quello di Pereyra.  Il Chievo sarà un avversario ostico anche perché riparte da una buona base rispetto all’anno scorso. Roma- Fiorentina  sarà una partita bellissima: la Fiorentina ha secondo me il miglior allenatore italiano che però all’Olimpico dovrà fare a meno di Rossi e Cuadrado che nell’economia della squadra viola rappresentano due assenze pesantissime. Anche la squadra di Garcia è  tutta da scoprire: il precampionato dei giallorossi non è stato esaltante ed è evidente ancora che Totti cambia il volto della squadra. Rimane il fatto che la Roma parte come favorita d’obbligo per la corsa al titolo perché ha un gioco consolidato e praticamente lo stesso gruppo della passata  stagione con degli innesti di altissimo livello. La partenza di Benatia è stata senza dubbio molto importante ma credo anche che si sia sottovalutato troppo il ruolo di Castan che secondo me è un difensore davvero  molto forte e completo ,  perché con le sue prestazioni ha valorizzato due giocatori, anch’essi molto importanti, come Marquinhos e lo stesso giocatore marocchino. L’unica incognita rispetto alla Roma è come reagirà anche all’impegno in Champions, che come abbiamo visto, sarà molto duro.”

Juve e Roma favorite per la corsa al Titolo. Subito dietro chi vede?

“Io credo che la Fiorentina possa competere per lo Scudetto, perché ha cambiato pochissimo rispetto alla scorsa stagione, ha tenuto giocatori importanti come Cuadrado ed avrà un giocatore in più rispetto al passato campionato come  Mario Gomez. Se poi ci aggiungiamo il talento di Montella in panchina e la possibilità di risolvere definitivamente i problemi fisici di Pepito Rossi, la Fiorentina ha tutte le carte in regola per provare a giocarsi il titolo con Roma e Juve”

Il mese di agosto ha visto l’elezione di Tavecchio come Presidente della Federazione e Antonio Conte nuovo CT della Nazionale. Un giudizio su questi cambiamenti.

“L’elezione del presidente federale ha lasciato molte perplessità, ma è anche vero che è riuscito, insieme al suo staff , a mettere a segno un colpo importante come quello di Antonio Conte come CT della Nazionale. Le polemiche sull’ingaggio dell’ex allenatore della Juventus sono state veramente inopportune e mi permetto di dire addirittura viscide. Io credo che chi si occupa di economia e politica non dovrebbe poi invadere il “campo “ nelle questioni sportive, nelle quali non può essere in grado di dare giudizi autorevoli, lasciandosi andare al qualunquismo più becero. Le polemiche su  Conte sono state  veramente ridicole, perché, come succede anche in altre federazioni calcistiche, se degli sponsor importanti decidono di finanziare questa operazione, non si infrange nessuna regola morale. Ricordo che la Federazione non è un ente pubblico e che quindi ha tutto il diritto di cercare fondi per migliorare la propria competitività . Sotto l’aspetto tecnico non ho dubbi su Conte perché è un grandissimo allenatore. Non si possono avere dubbi su un allenatore che ha vinto tre Scudetti di fila e quindi sono sicuro che farà molto bene anche con la Nazionale.”

di Massimiliano Guerra (Twitter:)

SHARE