SHARE

benitez

Il tecnico spagnolo Rafael Benitez ha parlato per la prima volta in conferenza stampa pre campionato in vista della gara di domani contro il Genoa che il Napoli giocherà in serata.

Dopo l’eliminazione dalla Champions, Benitez prova a predicare calma e promette d’iniziare bene in campionato. Il tecnico ha parlato anche di mercato e dell’attuale situazione del gruppo. Ecco tutte le dichiarazioni dell’allenatore del Napoli: “Champions? Nel calcio può cambiare tutto. Se facciamo le cose come abbiamo fatto l’anno scorso possiamo vincere contro chiunque in campionato. Sarà difficile ma questo è il nostro lavoro ed è importante iniziare già domani. Credo che la lezione di Bilbao ci aiuterà a capire meglio certe cose. Per esempio, che possiamo andare avanti solo tutti insieme. Abbiamo visto una squadra con tutta la città a tifare. Perdevano 0-1 e sono restati uniti. Se anche noi restiamo uniti ce la faremo. E’ una stagione lunga e vogliamo fare bene. Dopo il Mondiale tanti devono recuperare, e spetterà a noi metterli in forma. Mercato? Avevamo bisogno di un difensore, abbiamo preso Koulibaly già a Febbraio. A centrocampo abbiamo preso De Guzman e Michu, che servivano per caratteristiche. Adesso vediamo David Lopez. Ora siamo dove siamo e se non saremo insieme sarà tutto più difficile. Discriminazione territoriale? Devo dire che sono in disaccordo con la multa, perché devono chiudere gli stadi quando accade tutto ciò. Fare la multa è più facile. Dovrebbe esserci più durezza. Inler e Zuniga non utilizzati in Champions? Dopo il Mondiale certi giocatori arrivano in ritardo, se devo spiegarlo ogni volta non finiamo mai…Si dicono tante cose ma io, ribadisco, dobbiamo stare uniti. Noi siamo una città che sente il calcio e dobbiamo essere uniti per aiutare il Napoli a far bene. Io come allenatore ho delle responsabilità nel far capire ai miei giocatori quanto sia importante giocare qui. Ho parlato con i giocatori di questa situazione, e bisogna essere concentrati nel lavoro. Solo così la squadra sarà più forte. Juve e Roma? Non vengo qui a dire che dobbiamo vincere questo o quello, noi pensiamo partita per partita. Bisogna tenere il Napoli ad alti livelli, in maniera tale da aumentare le probabilità di vittoria nei prossimi anni. Quest’anno le altre squadre si sono rinforzate, ma io non ho paura di nessuno. Sempre che la squadra metta in mostra ciò che ha fatto l’anno scorso. Callejon? Analizzare ogni calciatore è impossibile…Ai tifosi interessa la squadra, che ora è addolorata perché ha perso un’opportunità. Abbiamo fatto degli errori mentre vincevamo. Forse non siamo stati all’altezza ma nonostante ciò potevamo andare avanti al di là dei limiti, contro una squadra forte e che aveva più condizione di noi. Callejon ha bisogno di tempo ma anche della squadra che deve aiutarlo. Dobbiamo recuperare la fiducia, e questo lo si fa soltanto lavorando. Il recupero di Hamsik e Zuniga darà più forza alla squadra. David Lopez? Non posso parlare, deve passare le visite mediche. E’ un giocatore che arriva per aiutare la rosa ad essere più forte. Abbiamo visto la crescita di Ghoulam e Jorginho, se lui avrà l’atteggiamento giusto diventerà come loro. Non c’è molto tempo per comprare altri, e io sono contrario ad acquisti raffazzonati che magari non vanno bene per il modulo e non servono alla squadra. Un calciatore seguito per il centrocampo non è voluto venire per motivi economici, altri per componenti diverse. Il Presidente ha visto dalla trasferta di Bilbao l’organizzazione degli spagnoli, ed è questo che lui vuole per il Napoli. Il tifoso napoletano che si arrabbia deve essere il primo a stare vicino alla squadra. Prima che inizi il campionato non possiamo dare giudizi affrettati, di cui non abbiamo bisogno. Ad Aprile vedremo dove siamo. Credo che bisogna guardare avanti con una visione più globale. Zuniga dal primo minuto domani? Non credo, dobbiamo gestirlo. Lui ha molta voglia di fare bene perché l’anno scorso è stato praticamente fermo. Oggi non può giocare 90 minuti, ma può dare una mano alla squadra. Ho visto un gruppo dispiaciuto ed arrabbiato, perché abbiamo perso tutti l’opportunità della Champions. Ora pensiamo al Genoa, e non sarà facile fare risultato. Non si può prescindere solo dalla vittoria comunque, bisogna fare un discorso sulla prestazione e metterci in condizione di vincere qualcosa alla fine dell’anno. Intesa sul mercato con il Presidente? Quando tu hai una rosa di un certo livello non altissimo e fai qualche acquisto di buon livello poi la rosa cresce e dopo è più difficile, perché bisogna fare tutto in maniera perfetta. Una società che spende 100 milioni per un calciatore può sbagliare un acquisto da 30 milioni se quello da 100 fa 25 gol. Per noi è più complicato, perché è più facile sbagliare. Un Fernandez è arrivato a Napoli con un prezzo e l’abbiamo venduto al quadruplo. Trovare un attaccante del livello di Higuain è impossibile ad un prezzo normale, ad esempio. Comunque si può migliorare, poi dipende da quello che si può fare. Potremmo sistemare i difensori a zona nei calci d’angolo. La facevo già a Liverpool e mi criticavano. Poi, dopo due stagioni nelle quali il Liverpool aveva la miglior difesa, continuavano a criticarmi nonostante tutto. Noi abbiamo alcuni giocatori piccolini e quindi a volte è più difficile. Anche per questo sono stati presi Koulibaly, Michu e David Lopez, tutti giocatori bravi di testa. Quello di Bilbao non era il mio Napoli. Il mio Napoli era quello contro Dortmund, Arsenal, Milan e Roma in Coppa Italia. Dobbiamo ancora arrivare al 100%, è questo che mi preoccupa maggiormente. Dobbiamo ritrovare la fiducia in noi stessi e dimostrarlo in campo. La squadra c’è, la rosa c’è. Se saremo più forti delle altre non lo so, ma cercheremo di aumentare il nostro livello. Criticano Napoli e i napoletani? Bene, mettiamo la nostra rabbia in campo. Abbiamo avuto un’offerta importante per Callejon ma ho parlato con lui e vuole restare al 100%. Il gruppo? Ha bisogno di tempo. Col Genoa sarà fondamentale perché se andrà bene capiremo che il gruppo è di nuovo compatto. Britos titolare? Non lo so, vediamo”

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE