SHARE

conte italia

Antonio Conte, ct dell’Italia, è intervenuto in conferenza stampa a Coverciano. Ecco tutte le sue dichiarazioni:

EMOZIONI –  “Qualcosa di bello e di emozionante. Sono arrivato a Coverciano con l’under15, quindi circa trent’anni fa. Mi ricordo tutto. Dobbiamo portare l’Italia dove merita. La doccia l’avrei evitato, ma avevo fatto una promessa ed è a scopo benefico”.

BALOTELLI – “Abbiamo seguito tutte le partite insieme allo staff. Sabato sera abbiamo chiamato i convocati. Non devo mandare messaggi: chi mi conosce, sa come sono. Non regalo niente a nessuno”.

ITALIA –  “La situazione non è semplice. Ci sono squadra con zero italiani dall’inizio: questo non facilita il mio compito. Avremo bisogno di gente titolare nel proprio club e che abbia anche il ritmo partita. C’è questo problema non da sottovalutare. Sono attratto da questa sfida. Credo di riuscire a trasferire i concetti a questa Nazionale. C’è tanto da fare. Me ne sono accorto in questi dodici giorni”.

INSIGNE – “E’ più un esterno che un attacco”.

CERCI – “Non abbiamo avuto riscontri calcistici”.

ATTACCANTI – ““Abbiamo Destro, El Shaarawy può diventare giocatore importante. Zaza è l’unico attaccante titolare, ma se ci sono solo attaccanti stranieri…”

SHARE