SHARE

gomez ata

Il calciomercato si è ormai concluso nella serata di ieri e anche quest’anno l’Italia non è stata tra i protagonisti maggiori della finestra estiva, ma nonostante ciò alcune società hanno piazzato dei colpi davvero interessanti. Tra queste c’è l’Atalanta di Pierpaolo Marino, che dopo aver ceduto il gioiello Bonaventura al Milan, lo ha prontamente sostituito nelle ultime ore di mercato, con l’ala argentina, Alejandro Gomez, ex Catania proveniente per dal Metalist. Il nuovo fantasista orobico ha scelto la maglia numero 10 e oggi si è presentato ai suoi nuovi tifosi.

VOLEVO L’ATALANTA – Ecco le dichiarazioni rilasciate quest’oggi a Zingonia: “Il Verona? Per me, da tempo, l’intenzione era venire qui all’Atalanta. La situazione in Italia non è la migliore economicamente, ho rinunciato a parte dell’ingaggio ma per me non è un problema, voglio giocare e sentirmi importante. Ovviamente ho parlato con German Denis, lo conosco per averci giocato in Nazionale, in Argentina. Mi ha parlato molto bene della società, della città e dei tifosi. In Ucraina sportivamente è andata bene, ho giocato tutte le partite. Il paese non è in un grande momento, per tutto quello che sta succedendo con la Russia. La mia decisione era tornare in Italia perché come papà e responsabile della famiglia non potevo prendere un rischio. Il 4-4-1-1? Ho giocato così al San Lorenzo, posso giocare sia a destra che a sinistra. Mi considero un esterno, ma attaccante. Mi sono allenato per 15 giorni con il Metalist, poi quando è scoppiato l’aereo sono tornato in Argentina. Sono in buona forma ma mi manca fare partite e partitine. Sono stato vicino all’Inter, quando c’era Stramaccioni, e all’Atletico Madrid, perché ho un buon rapporto con Simeone”.

SHARE