SHARE

jorge mendes

C’è un uomo solo al comando in questa sessione estiva di calciomercato. Il suo nome è Jorge Mendes ed è stato il protagonista indiscusso di tutti i trasferimenti più importanti avvenuti nei tre mesi di trattative che hanno coinvolto tutti i club europei, il re vero dei procuratori. Nato nel 1966, dopo una breve carriera nel calcio, nel 1996 fonda la GestiFute, società di procure calcistiche che diventerà la più importante del mondo del calcio con un valore complessivo di 400 milioni di euro.

Quest’estate è stato l’artefice dei trasferimenti di Di Maria dal Real Madrid al Manchester United, James Rodriguez dal Monaco al Real Madrid, Diego Costa e Filipe Luis dall’Atletico Madrid al Chelsea, Mangala dal Porto al Manchester City, Nani dal Manchester United allo Sporting Lisbona, Rojo con il percorso inverso e infine di Falcao dal Monaco al Manchester United. Si stima un guadagno tra commissioni e provvigioni di oltre 30 milioni di euro! Non contento sarebbe stato lui a convincere Peter Lim a spendere 24 milioni di euro per Negredo e non puntare su Fredy Guarin. Un vero burattinaio in grado di gestire a proprio piacimento gli affari tra club, presidenti e allenatori (ha la procura di Josè Mourinho, tra gli altri).

Vincitore nel 2010, nel 2011 e nel 2012 del premio Miglior agente dell’anno ai Globe Soccer Awards, procuratore anche e soprattutto di Cristiano Ronaldo, con l’estate da boss appena vissuta rischia seriamente di fare poker dopo aver avuto in mano il potere contrattuale per circa 50 ingaggi e aver fatto girare un giro d’affari di oltre 200 milioni di euro, grazie e soprattutto alle spese folli di Manchester United e Real Madrid. Insomma Jorge Mendes è il vero vincitore del calciomercato!

SHARE