SHARE

west-ham-tottenham

Al 22enne Jordan Dunn, il ragazzo balzato agli onori della cronaca per essere entrato in campo durante il match West Ham-Tottenham valevole per la prima giornata di Premier League riuscendo anche a calciare una punizione, è andata più che bene: il ragazzo se l’è cavata con una multa di 305 sterline dopo la scenata che è costata la momentanea sospensione non ufficiale del match. A rivelarlo è Fox Sports.

Pare, tra l’altro, che i tifosi del West Ham si stiano adoperando per pagare di tasca loro la multa tramite una colletta. Ma non è tutto: sembra infatti che il Giudice che ha emesso la sentenza, Gareth Branston, si sia scherzosamente preso gioco di Dunn e di Eriksen (che dopo il ragazzo aveva calciato una punizione tutt’altro che esemplare) spiegando in sede di giudizio: “Hai preso una rincorsa un po’ troppo lunga e avevi bevuto, volevi imitare Beckham, ma sei stato molto più lento di lui e il portiere non ha avuto alcun problema a parare il pallone. Per fortuna sei rimasto almeno con i vestiti addosso. Certo, il calciatore professionista che ha tirato dopo di te non ha fatto di meglio.

Dunn potrà dunque tornare presto allo stadio per assistere ad altri match di Premier League, ovviamente solo come spettatore. Anche se, bisogna ammetterlo, il piede sembrava davvero caldo!

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE