SHARE

zoffscirea

Sono passati ormai 25 anni dalla morte del mai dimenticato Gaetano Scirea. Un Monarca dello stile in un gioco del pallone troppo spesso vittima di futili polemiche e di cadute clamorose, verbali e non.

Uno dei suoi più grandi amici, l’ex portiere della Juventus e della Nazionale Dino Zoff, ha scritto un commosso ricordo su Scirea per La Gazzetta Dello Sport. Ecco gli stralci salienti del suo omaggio a Scirea: Gaetano era un grande uomo che si riconosceva dallo stile. Non la forma, lo stile. Era serenità, chiarezza e pulizia. Era convincente anche quando (di rado) si arrabbiava, non perdeva mai il controllo. Una persona sempre misurata e tranquilla. Diceva solo cose autentiche, ponderate. Era così sincero e puro, senza sovrastrutture. Un difensore mai espulso perché gli bastava la classe. Mai visto uno così elegante, con la testa così alta. E la purezza del tocco era purezza morale. Gaetano manca nel caos delle parole inutili, dei valori assurdi, delle menate. Manca il suo clamoroso silenzio.”

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE