SHARE

BresciaLivorno

Brescia-Livorno al Rigamonti è una gara già di per sé fascinosa ed importante, tra due città mai troppo uguali e due squadre che, per blasone, è uno spreco vedere in Serie B. Entrambe cercano i primi tre punti in questo campionato, dopo i mezzi passi falsi della prima giornata (sconfitta per i lombardi e pari per i toscani). Nel Livorno di Gautieri spazio per Cutolo e Jefferson in attacco per non far rimpiangere Galabinov impegnato in Nazionale, Brescia con il nuovo acquisto Sestu dal primo minuto a sostegno della collaudata coppia gol Corvia-Caracciolo.

Caracciolo prova subito a scaldare il sinistro con una conclusione alta dopo pochissimi minuti, risponde con lo stesso piede Emerson dalla lunghissima distanza: palla bloccata dal portiere. Occasione molto ghiotta per il Livorno a ridosso del 10′: Belingheri cerca il secondo palo ma Minelli dice no. Anche Mazzoni però deve impegnarsi su un destro dai 20 metri di Corvia: sul corner che ne scaturisce Caracciolo non riesce a trovare lo spunto giusto con la testa. Brescia-Livorno appare subito una gara molto viva, tra due compagini che non fanno del difensivismo eccessivo il loro credo. Insiste ancora il Brescia: Corvia cerca un destro potente da posizione defilata, Mazzoni è attento. Episodio dubbio al 30′: calcio di punizione per il Livorno e tocco di mano da parte di Coly: calcio di rigore e ammonizione. L’arbitro pare cambiare idea su segnalazione dell’assistente ma poi torna ad indicare il dischetto. Il Brescia protesta per la posizione di fuorigioco di Bernardini sull’azione citata, ma il danno è fatto e sul dischetto si presenta Cutolo: l’ex Padova trova una conclusione bassa e precisa ma il portiere del Brescia Minelli neutralizza il tiro dagli 11 metri con una grandissima parata. Si rimane dunque sullo 0-0 fino al 45′: meglio il Brescia nell’impostazione, ma a conti fatti è stato il Livorno ad avere la migliore occasione, pur presentando una manovra meno impeccabile e mancando nei singoli (Jefferson fuori dal gioco) Portieri protagonisti.

Si riprende nel secondo tempo e Iaconi fa esordire con la maglia del Brescia il centrocampista Simone Bentivoglio. Nel frattempo il match sembra vivere una fase di stanca, e Gautieri prova a cambiarlo inserendo Siligardi per l’impalpabile Jefferson. La situazione pare non mutare e Gautieri rischia anche la carta Vantaggiato: fuori Cutolo. E’ Siligardi però a rendersi pericoloso 68′: il suo sinistro è potente ma scheggia solo la traversa. Due minuti dopo altra grande occasione per il Livorno: Vantaggiato parte in posizione regolare, col mancino cerca di battere il portiere ma il ventenne Minelli dice ancora no. Preme il Livorno: Minelli deve rispondere ancora presente su una conclusione di Moscati. Il prodigioso portierino bresciano però non può far nulla sul calcio d’angolo successivo: Siligardi telelocomanda col mancino per la testa di Djokovic, che firma lo 0-1. Iaconi, nervosissimo, viene espulso. I padroni di casa provano con la forza dei nervi a rimettere in piedi la gara ma è il Livorno a rendersi pericoloso in contropiede con un’altra conclusione a lato di Siligardi, positivissimo dal suo ingresso in campo. Bentivoglio prova una conclusione strozzata con il piede destro ma nessuno interviene sulla traiettoria a ribadire in rete. Ancora Siligardi in contropiede sfiora il raddoppio con un tiro alto, poi è Di Cesare a provarci dalla distanza senza fortuna. Al termine dei 4′ di recupero il risultato non cambia: Brescia-Livorno termina dunque 0-1. Prima vittoria per gli amaranto nel torneo, decisivi i cambi di Gautieri; Brescia alla seconda sconfitta di fila, ancora per 1-0. E Iaconi già trema.

 

 

 

 

TABELLINO

FORMAZIONI
BRESCIA (3-5-2): Minelli; Zambelli, Budel, Di Cesare; Sestu, Benali, Olivera (80′ Valotti), Scaglia, Coly (53′ Bentivoglio); Corvia (79′ Morosini), Caracciolo. All. Iaconi

LIVORNO (4-3-3): Mazzoni; Ceccherini, Bernardini, Emerson, Lambrughi; Moscati, Mosquera, Djokovic; Belingheri (81′ Gemiti), Jefferson (59′ Siligardi), Cutolo (66′ Siligardi). All. Gautieri

AMMONITI: Coly (B) – Lambrughi, Belingheri, Mosquera, Siligardi (L)

MARCATORI: 79′ Djokovic (L)

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo

 

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE