SHARE

fergie

L’ex manager del Manchester United Alex Ferguson ha rivelato che la UEFA starebbe discutendo la possibile introduzione della “sin bin”, vale a dire “panca della penalità” o in parole più povere un’espulsione temporanea, per punire la simulazione, vera e propria “malattia” del calcio moderno. Durante l’annuale UEFA elite club coaches forum di Nyon, la 72enne leggenda del calcio inglese ed internazionale ha evidenziato come le simulazioni siano un argomento chiave e di come si stia cercando di trovare una soluzione per approcciarsi al problema nel miglior modo possibile:

Non possiamo subito arrivare ad un accordo perchè potrebbe essere eccessivamente drastico un cambiamento da ciò che conosciamo oggi e la sin bin, ma c’è stata una seria discussione sull’argomento. Dal punto di vista della UEFA è un qualcosa che si potrebbe prendere in considerazione. Potrebbe avere dei grandi vantaggi nel dissuadere la simulazione dei giocatori che al giorno d’oggi sta diventando una vera e propria malattia.”

Attualmente il regolamento prevede l’ammonizione per il giocatore autore di una simulazione, ma è stata largamente provata l’inefficacia di tale penalità nel fungere da deterrente per i simulatori. L’introduzione dell’espulsione temporanea (utilizzata con buoni risultati nel rugby e nell’hokey) potrebbe invece essere più efficiente, portando la squadra a giocare con un uomo in meno ed aggravare così la responsabilità del giocatore. La discussione procede e la nuova regola potrebbe diventare realtà in tempi molto più rapidi di ciò che si possa immaginare. Cari simulatori, iniziate a tremare!

 

 

 

SHARE