SHARE

Fabio-Borini-celebrates-vs-Gomel

Intervistato dal sito Gianlucadimarzio.com, l’attaccante del Liverpool Fabio Borini, a lungo accostato all’Inter durante la sessione estiva di mercato e per alcuni prenotato per gennaio, ha detto la sua sulla situazione attuale che lo riguarda: “Il mercato è stato come una tempesta. Ora che è passata, non ho più nessun problema. Sono entrato anche in lista Champions, ci stiamo allenando bene. In estate, alla fine, si è chiacchierato tanto. Grandi incomprensioni non ci sono state. Il mio desiderio è di giocare in un top club: il Liverpool lo è. Non ci sono mai stati veri problemi, so quali sono i miei obiettivi e come posso raggiungerli. Rimanere al Liverpool è uno di quelli. Sono in una grande squadra, che prova a vincere tutte le competizioni in cui è coinvolta. Ed è quello che voglio io“.

L’arrivo di Balotelli ha però aumentato la concorrenza in attacco: “Ma se sono rimasto qui è perchè penso di poter giocare qui. Non per una smania di grandezza o per tenere la poltrona, come si suol dire. Io non sono così. Se sono rimasto a Liverpool è perchè penso di poter competere. Ovvio, ci sono ottimi giocatori: ma se si vogliono vincere tutte le competizioni, non puoi farlo con giocatori scarsi. Quindi, siamo tutti sulla stessa barca e remiamo tutta nella stessa direzione. Voglio trasformare la grande concorrenza come un vantaggio per me stesso, per migliorare giorno dopo giorno”.

Il ritorno in Italia però non è una sua priorità: “Il pensiero di tornare o no non c’è. Perchè, alla fine, sono cresciuto calcisticamente e umanamente in Inghilterra. Mi sono trasferito qui a 16 anni, quindi tutta l’adolescenza e la crescita l’ho fatta qui. Che sia Italia, Inghilterra o Spagna, non mi cambia molto. Non penso di dover tornare a casa a tutti i costi, non c’è questo pensiero da parte mia“.

(Fonte: Internews.it)

SHARE