SHARE

2585580-rami1

E’ passato in poco tempo da giocatore assolutamente fondamentale per la difesa del Milan a terza, e forse quarta, scelta difensiva di Filippo Inzaghi. Questa la parabola di Adil Rami, sul cui rapporto col club di Via Aldo Rossi sembrano addensarsi fosche nubi. Il difensore francese è stato acquistato a luglio, dopo una lunga e tortuosa trattativa col Valencia, da Adriano Galliani il quale ha potuto contare sul fatto che il giocatore si sia anche decurtato lo stipendio pur di rimanere in seno ai rossoneri. Per ora però la scelta non ha portato i frutti sperati, da ambo le parti. Nella turnèe negli Stati Uniti Rami non ha brillato, apparendo ancora in colpevole ritardo dal punto di vista fisico ma anche mentale, dimostrando importanti cali di concentrazione. A questo poi vanno a sommarsi le difficoltà incontrate nell’integrarsi con Alex, ritenuto da Inzaghi l’unico vero intoccabile della difesa. Da lì l’offerta del Monaco per il giocatore a pochi giorni dalla chiusura del mercato rifiutata sia dal Milan ma anche da Rami, convinto di poter ritagliarsi uno spazio importante alla corte di Pippo Inzaghi. Poi l’esclusione nella prima di campionato a favore di Zapata, difensore più veloce rispetto al francese e capace di integrarsi meglio col compagno di reparto Alex. Certo la stagione è ancora lunga e Rami avrà modo di recuperare posizioni nelle gerarchie di Inzaghi, tornando ad essere il baluardo del finale della scorsa annata.

SHARE