SHARE

schelotto

L’esterno italo-argentino Ezequiel Schelotto è passato negli ultimi giorni della finestra estiva di calciomercato, dall’Inter al Chievo, con la speranza di rilanciarsi ad alti livelli, dopo essere stato in prestito sei mesi a Parma nella passata stagione. Schelotto solamente due anni fa ebbe la grande possibilità della sua carriera trasferendosi dall’Atalanta all’Inter allenata all’epoca da Andrea Stramaccioni, lasciando come miglior ricordo il gol nel derby contro il Milan. L’esterno ex Parma ha parlato oggi ai microfoni di ‘Calciomercato.com’ della sua nuova avventura: “Arrivo in una società importante. Voglio ripagare la fiducia di tutti. In ogni partita giocherò al massimo, vedrete. Corini mi ha fatto subito una grande impressione. Mi piace come lavora: non molla mai, pretende che lottiamo tutti insieme. Lui come tutto questo gruppo vuole la salvezza, al più presto. Magari per poi puntare a qualche altro obiettivo più importante”.

ESPERIENZA MILANESE – Schelotto ha poi proseguito parlando della sua esperienza nerazzurra ed in particolare del rapporto con Walter Mazzarri: “Mazzarri? Con lui non ho mai avuto un’opportunità di dimostrare qualcosa. Quindi, posso dire che non lo conosco. Non mi è stata data l’occasione di dimostrare quel che valgo. Non mi pento di niente. Poi le cose non sono girate come tutti speravamo, il campionato è finito male senza neanche qualificarci alle coppe. Nonostante fossimo tutti sulla stessa barca, alcuni hanno preferito dare la colpa ai singoli. A volte, rende tutto più facile. Per questo non ho più trovato spazio, da quell’annata in poi. Mi aspettavo almeno un’altra opportunità”.

AMORE ATALANTINO – Infine l’esterno ha chiuso con parole di stima e affetto verso l’Atalanta: “Ci tengo a dire per quella maglia ho dato tutto, mi ha portato fino alla Nazionale. Ho ancora tanti amici a Bergamo che sento spesso, auguro all’Atalanta il meglio possibile”.

SHARE