SHARE

Messi2

Dopo la decisione del centrocampista Kayal di chiamare il proprio figlio “Pirlo” (leggi la notizia qui) , in Argentina ci si è mossi in anticipo ed è vietato scegliere il nome ‘Messi’ per un bambino. La città di Rosario, che ha dato i natali al fuoriclasse argentino del Barcellona, è corsa ai ripari. Nel sud del Paese, nella provincia di Rio Negro, un genitore ha scelto il cognome della star come nome del proprio figlio. A Rosario, si teme che numerose coppie possano seguire l’esempio. Gonzalo Carrillo, direttore dell’ufficio del Registro Civile della provincia di Santa Fé, si è mosso in anticipo: “E’ proibito per legge”, ha dichiarato all’emittente Radio 2.

La situazione sembra sotto controllo nell’area di Buenos Aires. Tra giugno e luglio, durante i Mondiali che l’Argentina ha chiuso al secondo posto, in media 2 neonati su 10 hanno ricevuto ‘in dono’ i nomi di calciatori della seleccion: oltre a Lionel, particolarmente gettonati Angel, Gonzalo, Sergio e Javier. Tutto, ovviamente, in omaggio a Messi, Di Maria, Higuain, Aguero e Mascherano.

SHARE