SHARE

Michel D'Hooghe

 

Il capo della commissione medica della FIFA ha reclamato di introdurre pause di tre minuti ogni volta che un giocatore soffre di un colpo alla testa durante una partita di calcio.

Il capo medico, Michel D’Hooghe, ha segnalato durante la conferenza dell’industria del calcio Soccerex, che cercherà l’appoggio della FIFA e dell’UEFA per sollecitare l’arbitro durante la partita di sospendere la gara nel caso ci fosse un sospetto di commozione cerebrale.

Secondo D’Hooghe, l’arbitro dovrà riprendere il gioco solo dopo l’ok del capo medico della squadra.

I reiterati colpi alla testa stanno generando una crescente preoccupazione nel calcio internazionale. La federazione inglese ha introdotto in questa stagione regole più restrittive che obbligano i calciatori a lasciare il campo in caso di lesione di questo tipo e proibiscono agli allenatori di decidere il ritorno in campo senza autorizzazione medica.

Durante gli ultimi Mondiali in Brasile ha generato particolare preoccupazione il  colpo alla testa del calciatore tedesco, Christoph Kramar, che continuò a giocare completamente disorientato e fu sostituito dopo 15 minuti.

 

 

 

SHARE