SHARE

607cba12319d9dcae851577720cfc7f0-1327859043

La fine di questa stagione ha portato al fallimento una squadra storica del calcio toscano ed italiano, l’ Associazione Calcio Siena.

Gli enormi sforzi del patron Massimo Mezzaroma non hanno dato i risultati sperati, e, dopo uno strepitoso campionato di B culminato ai piedi della zona play-off con 8 punti di penalizzazione, la rosa è stata smembrata come da prassi per ogni fallimento.

Che fine avranno fatto i componenti dell’ultima rosa del Siena ?

C’è chi ha fatto il salto di categoria, chi invece è sceso, e chi, addirittura, ha deciso di rimanere con i senesi.

I piu’ promettenti, come Valerio Rosseti e Leonardo Spinazzola, hanno fatto il salto di categoria, approdando all’Atalanta, accompagnati dall’ex portiere del Bari Eugenio Lamanna, che ha firmato con il Genoa, e dal talentuoso terzino marocchino, Zouhair Feddal, acquistato dal Palermo.

Gli altri validi elementi del “roster” senese sono stati ingaggiati da varie compagini di B. Il Latina ne ha scelti due, ovvero, il centrale difensivo Hernan Dellafiore e il brasiliano Angelo. Il giovane bomber  Niccolò Giannetti già dalla scorso gennaio ha cominciato una nuova avventura allo Spezia. Il jolly offensivo Alessandro Rosina, invece, si è accasato al Catania.

Destino diverso per Gaetano D’Agostino che, dal quasi passaggio al Real Madrid, ha deciso di giocare in Serie D, non con il Siena, ma con la Fidelis Andria.

Infine, serve un capitolo a parte per il capitano Simone Vergassola, che ha anteposto il cuore a qualunque altro elemento, nella scelta di terminare la carriera al Siena.

Capitano dei bianconeri dal 2007 e in squadra dal 2004, è l’unico della rosa della scorsa stagione ad essere rimasto.

Un esempio di attaccamento alla maglia non da pochi, che merita di essere riportato, in tempi di “paperoni” mercenari.

 

 

 

SHARE