SHARE

keita

Il giovane talento della Lazio, Keita Balde Diao, potrebbe cambiare nazionalità a causa dei ritardi che ne stanno rallentando da tempo l’acquisizione del passaporto spagnolo. Keita, di origini senegalesi ma nato l’8 marzo 1995 ad Arbucies, in Catalogna, a questo punto potrebbe propendere anche per una naturalizzazione, scegliendo tra lo stesso Senegal o addirittura l’Italia.

IPOTESI DIFFICILE – Secondo il regolamento FIFA i calciatori che hanno compiuto i 18 anni di età dopo 5 di residenza e dotati di contratto di lavoro possono avere la facoltà di chiedere la cittadinanza nel Paese in cui vivono. Dunque a marzo del 2018 sarebbe possibile per il giovane attaccante della Lazio procedere in questo iter scegliendo il passaporto italiano, con i lunghissimi tempi previsti dalla burocrazia che si accorcerebbero inoltre a soli due anni in caso di matrimonio.

PIU’ FATTIBILE – Le cose potrebbero cambiare però se il Senegal dovesse convocare Keita già per il vicino impegno di qualificazione in Coppa d’Africa il 10 ottobre prossimo contro la Tunisia: trattandosi di un match ufficiale, se in quel caso Keita sarà presente e dovesse giocare anche solo un minuto allora la questione sarà chiusa in via definitiva ed il giocatore avrà compiuto la propria scelta, chiudendo le porte a Spagna ed Italia.

SHARE