SHARE

rayo

Si può andare a fare la spesa anche con zero euro in tasca. E’ la strategia di “sopravvivenza”, diventata poi una proficua strada da intraprendere in sede di campagna acquisti, scelta dal Rayo Vallecano, una delle quattro squadre di Madrid che militano nella Liga. I biancorossi negli ultimi 8 anni hanno optato spesso per gli svincolati, i prestiti ed i parametri zero per rinforzare la propria rosa, tanto che si contano ben 101 transizioni a costo zero andate a buon fine, 19 delle quali solo nell’ultima finestra trasferimenti estiva.

AVANTI C’E’ POSTO – Al “Campo de Futebol de Vallecas” sono approdati tra gli altri il terzino sinistro Emiliano Insua e la punta Leo Baptistao in prestito dall’Atletico Madrid, poi gli elementi offensivi Pereira ed Aquino dal Villarreal, l’esperto portiere Toño, svincolato, e l’ex Lazio Gael Kakuta, parcheggiato dal Chelsea, oltre a Lica e Pozuelo concessi al Rayo Vallecano fino a fine stagione rispettivamente da Porto e Swansea.

CHE AFFARE! – L’allenatore Paco Jèmez, 44 anni, siede sulla panchina del Rayo Vallecano dal luglio 2012 ed in questo lasso di tempo è sempre riuscito a regalare alla sua squadra la salvezza dopo i brillantissimi ottavo e dodicesimo posto delle ultime due stagioni. L’unico esborso riscontrato dalla dirigenza del Rayo Vallecano è rappresentato dai 500mila euro versati ai colombiani del Deportivo Calì per il terzino sinistro Johan Mojica, per il resto tutti gli altri elementi che vanno a comporre il parco giocatori sono arrivati senza sborsare un soldo e tutti insieme vanno a formare un valore totale di mercato di ben 36,10 mln di euro.

SHARE