SHARE

tottenham stadio

Il futuro a medio e lungo termine del Tottenham rischia di essere seriamente compromesso dagli eventi che hanno sconvolto l’universo Spurs in queste ore.

Difatti, il Tottenham ha “ricevuto” una doppietta di notizie se non brutte almeno problematiche per questioni di tempo e denaro. A quanto sembra, infatti, il proprietario del club Joe Lewis avrebbe deciso di mettere in vendita la società. Lewis, 77enne proprietario del Tottenham dal 2001, secondo il Mirror avrebbe fissato il prezzo della società ad un miliardo di sterline. L’obiettivo è quello di realizzare una plusvalenza, dato che lo stesso Lewis comprò il Tottenham a 30 milioni. Proprio l’esorbitante prezzo di partenza, però, sembra aver scoraggiato gli investitori.

Tutto ciò è anche conseguenza del fatto che il White Hart Lane sarà soggetto a ristrutturazione nel 2017 e serviranno ben 400 milioni di sterline per riammodernarlo. A tal proposito, proprio lo stadio sembra essere il problema principale del Tottenham: per via dei già citati lavori, la squadra di Pochettino non potrà usufruire del suo impianto casalingo per un anno. Di conseguenza il Tottenham sta cercando un nuovo stadio in cui giocare le gare in casa. La cosa non dovrebbe rappresentare un problema, in teoria, visto che Londra è la città con più stadi in Europa (11 impianti dalla capienza superiore ai 20.000 posti). In teoria, perché la pratica è ben diversa: i rivali storici dell’Arsenal non hanno perso tempo nel ribadire il loro “no” alla momentanea cessione dell’Emirates, così come non sarebbero disponibili nemmeno l’Upton Park del West Ham e Wembley, sede delle gare della Nazionale dell’Inghilterra. L’unica opzione attualmente percorribile potrebbe essere quella di utilizzare lo stadio del Milton Kenys, lo Stadium Mk. Il problema è che tale impianto risulta essere a ben 70 km da Londra. Insomma, il Tottenham giocherebbe praticamente sempre in trasferta.

In tutto ciò, è tangibile la preoccupazione dei tifosi che temono una perdita dell’identità di squadra. Staremo a vedere se il Tottenham risolverà i suoi problemi o se il futuro per gli Spurs si prospetta quantomeno indecifrabile. L’incubo, purtroppo concreto, è quello di rimanere senza una casa e di vedere crollare un’intera società completamente allo sbando.

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE