SHARE

TENNIS-DAVIS-SUI-ITA-DRAW

La prima giornata dedicata alle semifinali di Coppa Davis rispetta i pronostici dando già delle indicazioni importanti: Francia e Svizzera si avviano in scioltezza verso la finale. Repubblica Ceca e Italia partivano con gli sfavori del pronostico e non sono riuscite a sovvertire le previsioni: nessuna delle due compagini è riuscita a strappare un solo set alle avversarie. I Francesi e gli Svizzeri conducono così per 2-0 e basterà loro vincere anche un solo incontro dei prossimi tre. Domani, nella giornata dedicata al doppio, il primo match point.

SVIZZERA-ITALIA 2-0

Federer-Bolelli  7-6(5)/6-4/6-4

Il primo match vedeva scendere in campo per gli azzurri Simone Bolelli, opposto al beniamino di casa Roger Federer: il bolognese ha giocato un buonissimo match cercando di aggredire lo svizzero costringendolo a giocare sulla difensiva. Simone è riuscito nel suo intento per un set ma, arrivati al tiebreak, il campione di Basilea ha fatto valere la maggiore esperienza aggiudicandosi la prima frazione per 7-6(5). Da li in poi la partita cambia: Bolelli non riesce più a comandare lo scambio come nel primo set e se lo svizzero gioca con i piedi dentro il campo solo pochi al mondo riescono a contrastarlo. Va comunque applaudito Simone per come ha interpretato la partita uscendo dal match a testa alta con il risultato finale di 7-6(5)/6-4/6-4.

Wawrinka-Fognini 6-2/6-3/6-2

Poco da raccontare di un match dal quale ci aspettavamo qualcosa in più: Fabio non è mai stato in grado di impensierire il campione degli Australian Open, nonostante qualche occasione concessagli dallo svizzero, non sempre impeccabile. Probabilmente c’è da considerare anche la questione della superficie: un tappeto indoor così veloce non è sicuramente l’ideale per far esprimere al meglio il gioco dell’azzurro. Appuntamento a domani con il doppio che potrà significare finale per gli svizzeri. In campo Federer e Wawrinka contro Seppi e Lorenzi.

 

FRANCIA-REPUBBLICA CECA 2-0

Richard Gasquet-Tomas Berdych 63/62/63

Prova impeccabile del francese che domina il ceco sotto ogni aspetto dell’incontro, a partire dalla battuta (75% di punti vinti con la prima). Per Berdych, campione in carica con la sua nazione, una sconfitta pesante che sottolinea la stagione sottotono ed altalenante di Tomas. Da sottolineare la splendida cornice di pubblico: i 15.000 spettatori del Philippe Chatrier sono stata una delle armi in più del francese che si aggiudica il match con il risultato finale di 63/62/63.

Jo-Wilfied Tsonga-Lukas Rosol 62/62/63

Tutto facile per Tsonga che batte un Lukas Rosol tutt’altro che in forma. Il francese ha dominato la partita grazie alla solidità dei suoi colpi da fondi e soprattutto al servizio. Impressionanti le statistiche alla battuta del francese: 78% di prime palle in campo, 81% di punti vinti sulla prima e 73% sulla seconda. Dall’altro lato del campo invece un avversario spaesato che non è mai riuscito a trovare le contromisure necessarie per poter pensare di impensierire il francese. Francia quindi proiettata verso la finale: domani il primo match point con Bennetau e Monfils che sfideranno Stepanek e Vesely.

 

 

 

SHARE