SHARE

rp_Rudi-Garcia.jpg

Rudi Garcia ha presentato in sala stampa la partita che la sua Roma giocherà domani pomeriggio ad Empoli per la seconda giornata di campionato:

PENSIAMO SOLO A DOMANI – “La squadra è concentrata per la partita e non pensa all’esordio in Champions League, tra l’altro neanche sappiamo con chi dovremo scendere in campo mercoledì…a causa delle partite delle Nazionali abbiamo avuto poco tempo per preparare l’impegno, già era capitato contro la Fiorentina, comunque ho notato grande impegno dai nuovi per cui sono fiducioso e sono certo che due giorni saranno più che sufficienti per fare bene”.

ARRIVIAMO AL TOP – Rudi Garcia continua: “Sulla formazione prenderò le decisioni finali domani, mancano i soli Strootman e Balzaretti, per il resto sono tutti disponibili e tutti importanti allo stesso modo per me. Non esiste uno che è da Roma ed uno che non lo è, la differenza la fanno gli allenamenti, lo stato di forma e la testa. Io scelgo solo in base a questi fattori, non faccio calcoli così come non li fanno i miei calciatori”.

VIETATO SBAGLIARE – “Contro l’Empoli avremo molto da sudare – puntualizza Rudi Garcia – loro sono tornati in Serie A e hanno l’entusiasmo della matricola che scende in campo contro le grandi senza niente da perdere. Noi invece siamo condannati a vincere per non passare già per finiti, ma a questi livelli non esistono partite facili e nessuna gara è già vinta alla vigilia”.

SU TOTTI – “Con sei partite in 17 giorni da affrontare sicuramente avrà spazio, è certo che dovremo ruotare molto per la stanchezza che si farà sentire. Maicon? Contro la Fiorentina l’ho lasciato in tribuna perché non stava benissimo e non volevo rischiarlo, poi abbiamo deciso di lasciarlo aggregare al Brasile pensando che la cosa gli avrebbe giovato soprattutto dal punto di vista mentale. Alla fine è tornato prima, meglio così perché ha potuto allenarsi di più”.

SODDISFATTO COSI’ – Rudi Garcia parla delle condizione attuale della sua Roma: “Sono tutti in forma e motivati, abbiamo due giocatori per ruolo ed il club ha ottemperato a questa che era una mia richiesta. Ashley Cole ha giocato molto bene contro la Fiorentina, poi abbiamo anche Emanuelson, che però dà il meglio di se in una posizione più avanzata. Ecco spiegato allora l’arrivo di Holebas. Senza dimenticare Balzaretti, che aspetto quanto prima”.

BENATIA CHI? – Per finire Rudi Garcia conclude accennando brevemente al tanto chiacchierato ex Benatia: “Non è più un nostro giocatore, quello che c’era da dire lo ha detto il ds Sabatini, io penso solo ai miei uomini ed alla partita di domani. Keita e Gervinho? Sono in forma e saranno al massimo della condizione per domani”.

SHARE