SHARE

82d78b2ca034b221c276939424be190b-48396-1409507295

Dopo il brillante esordio con la Lazio che ha riempito di entusiasmo il tifo rossonero dopo un’estate di dubbi e incertezze, il Milan si prepara alla trasferta di Parma con l’obiettivo di confermarsi. Per i rossoneri il Tardini non è mai stato un campo facile; il successo nello stadio dei gialloblu manca infatti dalla stagione 2011-2012, quando la squadra allenata da Allegri vinse 2-0 grazie ai gol di Ibrahimovic ed Emanuelson. Domenica sera quindi servirà una grande prestazione per superare i ducali, e per questo Filippo Inzaghi ha in serbo qualche novità. Nella testa del tecnico rossonero ci sono comunque anche tante certezze: la prima è sicuramente Alex, che è diventato il punto fermo della difesa rossonera. Al Tardini, al suo fianco, dovrebbe esserci Daniele Bonera, che, dopo aver fatto il terzino sinistro contro la Lazio, tornerà a fare il centrale (è in vantaggio su Zapata), con Abate e De Sciglio come terzini. Conferme anche a centrocampo, dove ci saranno nuovamente Andrea Poli, De Jong e Muntari, e tra i pali, Diego Lopez che proteggerà la porta rossonera anche contro il Parma.

A due giorni dalla partita il tecnico però oltre alle certezze è alle prese anche con qualche dubbio di formazione. Difficilmente infatti verrà convocato Stephan El Shaarawy, che ieri non si è allenato ed oggi è stata riscontrata un’infiammazione alla caviglia destra, non il piede sinistro che ha dato fastidio l’anno scorso. L’unico che è quasi certo del posto da titolare in avanti è Jeremy Menez, che, dopo essere stato schierato da “falso nueve” contro la Lazio, tornerà a giocare come attaccante esterno. Anche Keisuke Honda ha buone possibilità di scendere in campo dall’inizio, senza dimenticare però Bonaventura che è in grande forma e scalpita anche lui per un posto dal primo minuto. Chi è destinato poi ad esordire dal primo minuto è Fernando Torres, che nell’allenamento di ieri a Milanello è stato provato a lungo al centro dell’attacco col francese e il giapponese ai suoi lati.

 

SHARE