SHARE

reg

Cresce col passare delle ore l’attesa per il derby dello Stretto Reggina-Messina, in programma questa sera con calcio d’inizio alle 20.30. La partita, inizialmente in programma per domenica 14, è stata anticipata ufficialmente dalla Prefettura di Reggio Calabria per motivi di ordine pubblico data la concomitanza della festa della Madonna. La 70/a edizione di quella che può essere considerata alla stregua di una stracittadina vedrà una grande cornice di pubblico: ganno già il tagliando della gara, infatti, oltre 5.000 tifosi (2.200 abbonati, 2.000 biglietti venduti ai tifosi Reggini, 600 a quelli messinesi). Un dato rilevante, considerando che molti acquisteranno il biglietto direttamente al botteghino poco prima del match e che la partita si giocherà di venerdì sera.

PRECEDENTI Orari e categoria a parte, quella che andrà in scena questa sera a Reggio è una gara ricca di precedenti: l’ultimo incontro disputato è stato anche il più importante, la sfida salvezza per la permanenza in serie A nella stagione 2006-07 (ebbe la meglio la Reggina per 3-1). Le gare fra le due squadre disputate nel versante calabro dello stretto sono 32: 19 successi per i reggini, 6 del Messina e 7 pareggi. Il bilancio generale dei precedenti è invece a favore del Messina: 29 vittorie giallorosse, 16 pareggi e 24 successi degli amaranto, in una sfida che manca in Serie C dalla stagione 1992/93. Negli ultimi due Reggina-Messina giocati al Granillo (nel 2006 e nel 2007) ad avere la meglio sono stati gli amaranto di casa: il primo incontro finì 3-0 con reti di Cozza (ora allenatore dei reggini), Amoruso e Bianchi, mentre il secondo terminò 3-1: doppietta di Amoruso, gol di Bianchi e rete ospite di Riganò. Proprio l’ex attaccante di Messina, Empoli e Fiorentina, ai microfoni di messinanelpallone.net, ha spiegato le sue sensazioni alla vigilia del match: “Messina come piazza non si discute. I tifosi sono fantastici ed hanno sempre sostenuto la squadra con grande forza e passione. L’anno della retrocessione fu terribile, ma i tifosi non ci hanno mai fatto mancare il loro supporto e il loro sostegno. Per un calciatore giocare a Messina è veramente incredibile. Nel 2006/07 realizzai 19 gol in campionato, tra cui due nel derby con la Reggina al San Filippo. Fu solo una goccia di gioia regalata ai tifosi in un anno di delusioni. Ora le due squadre si incontreranno in questo girone C che è una sorta di B2, molto interessante e avvincente”.

PROBABILI FORMAZIONI – La Reggina, dopo il pirotecnico pareggio al debutto contro l’ambiziosa Casertana e il successo di Pagani, ha il morale a mille e cercherà di continuare la propria striscia positiva contro una squadra, il Messina, che in due partite ha collezionato solo un punto. In campo non ci sono più i vari Cozza, Amoruso, Bianchi, Riganò e Di Napoli, ma non mancano i giocatori dall’illustre passato, David Di Michele e Giorgio Corona su tutti. Chi la spunterà?

Reggina(4-3-3): Kovacsik, Aquino, Camilleri, Di Lorenzo, Armellino, Crescenzi, Rizzo, Dall’Oglio, Insigne, Viola, Di Michele. All. Cozza

Messina(4-4-2): Lagomarsini, Benvenga, Silvestri, Izzillo, Pepe E, Stefani, Paez, Pepe E, Nigro, Bjelanovic, Corona. All. Grassadonia

SHARE