SHARE

toni

Che la Serie A fosse un campionato di vecchietti lo si era già intuito. Adesso, grazie alla classifica dei calciatori più vecchi in attività estrapolata dal sito Goal.com e basata su dati Opta, ne abbiamo effettivamente la certezza. Difatti, tra i primi 20 di questa particolare classifica, ben 8 giocatori militano nella nostra Serie A.

Ma procediamo con ordine: il calciatore di movimento più anziano attualmente in circolazione nei campionati maggiori d’Europa risulta essere il terzino Manuel Pablo, ex Nazionale della Spagna e difensore del Deportivo La Coruna che continua a correre all’età di 39 anni. Al secondo posto il centrocampista dell’Evian Cedric Barbosa (solo due i mesi di differenza rispetto a Pablo), mentre al terzo troviamo Juan Francisco Garcia del Levante.

Fuori dal podio si concretizza il “dominio” italiano: al 4° posto c’è Francesco Totti, al 5° il neo centrale dell’Atalanta Giuseppe Biava, al 6° l’immortale bomber del Verona Luca Toni, al 7° il Capitano del Parma Alessandro Lucarelli e all’8° il veterano del Sassuolo Paolo Bianco. Trovano spazio anche Antonio Di Natale (10°), Lionel Scaloni (14°) e Miroslav Klose (16°). Un dato assolutamente allarmante per la nostra Serie A che deve seriamente pensare d’investire maggiormente sui giovani per cercare di non rientrare più in queste classifiche di anzianità.

La situazione cambia di pochissimo tra i portieri: a dominare il podio è la Premier League con Friedel del Tottenham, seguito da Harper dell’Hull City e Jaaskelainen del West Ham, ma l’Italia si “difende” benissimo con Roberto Colombo e Giorgio Frezzolini, terzi di Napoli e Atalanta. La Serie A non è un campionato per giovani: questa la cruda sentenza.

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE