SHARE

di maria

La domenica di Premier serve sul piatto il match tra Manchester United e QPR all’Old Trafford per completare, seppur parzialmente, la quarta giornata di campionato. Gli uomini di Van Gaal vanno a caccia della prima vittoria stagionale, per scacciare la crisi, nel giorno degli esordi dei nuovi acquisti Blind, Rojo  e soprattutto di Radamel Falcao partito dalla panchina. Il QPR di Harry Redknapp non se la passa molto meglio, avendo collezionato una sola vittoria in 3 gare e per battere lo United si affida al grande ex di turno Rio Ferdinand.

TRIS UNITED – Sin dai primi minuti si percepisce l’aria di cambiamento all’Old Trafford, con uno United decisamente più in palla rispetto alle ultime uscite. Gli uomini di Van Gaal si rendono più volte pericolosi dalle parti di Green, senza però trovare il tocco decisivo nei primi 20 di gara. Al 24’ la sblocca Angel Di Maria, che calcia una punizione velenosa dalla trequarti, su cui nessuno si avventa, beffando così il numero uno del QPR, che si è visto impallato dalla selva di calciatori in area di rigore. I londinesi tentano la reazione immediata alla mezz’ora, con Philips, approfittando di un errato disimpegno di De Gea, trovando però la chiusura attenta di Evans. Al 36’ arriva il raddoppio dei padroni di casa con un altro dei nuovi acquisti, Ander Herrera, che con una rasoiata in diagonale, dal limite dell’area, su assist di Rooney, batte ancora un incolpevole Green. Ad un giro d’orologio dall’intervallo lo United cala il tris, questa volta con Wayne Rooney, che raccoglie l’invito di Herrera e batte per la terza volta il portiere degli ospiti con un tiro rasoterra sul primo palo. Termina così 3-0 la prima frazione di gioco, con uno United assoluto dominatore del campo, che non ha lasciato quasi mai l’iniziativa al QPR, che non ha mai impensierito l’inoperoso De Gea.

LA CHIUDE MATA – Nella ripresa lo spartito del match non cambia, è ancora lo United a guidare le danze, facendosi pericoloso già al 52’ con la percussione sulla destra di Rafael che penetra in area e mette all’indietro per Mata che trova Rooney sulla traiettoria del suo tiro a pochi passi dalla porta ospite. Cinque minuti dopo arriva il poker dei padroni di casa che vanno ancora in rete con Mata, che servito in area da Di Maria con uno splendido passaggio dalla trequarti, inchioda Green con un tiro sotto la traversa. La partita di fatto termina qui, con lo United che continua a premere alla ricerca del quinto gol, prima con un tiro alto di Rooney e poi con un sinistro troppo debole di Van Persie. A metà frazione entra anche Radamel Falcao, propiziando una doppia occasione per Van Persie: prima l’olandese colpisce la traversa grazie ad un cross sbilenco e poi servito dal bomber colombiano si gira e calcia a lato dal limite dell’area. Al 77’ il QPR va vicino al gol della bandiera con Edu Vargas che a tu per tu con De Gea allarga troppo il diagonale mandandolo di poco a lato. Negli ultimi 10, dopo la girandola di cambi, i ‘red devils’, vanno più volte vicini al 5-0, anche con Falcao, ben chiuso da Green in uscita. Arriva così il primo successo in campionato per gli uomini di Van Gaal che vincono e convincono contro il malcapitato QPR.

TABELLINO

MANCHESTER UNITED-QPR 4-0

Manchester United (3-5-2): de Gea; J.Evans, Rojo, Blackett; Rafael (67’ A.Valencia), Ander Herrera, Blind, Mata (67’ Falcao), Di María (83’ Januzaj); Rooney, van Persie. All. Louis van Gaal

Qpr (4-3-3): R.Green; Isla, R.Ferdinand, Caulker, Hill (46’ A.Traoré); Kranjčar, Sandro (74’ K.Henry), Fer; Hoilett, M.Phillips, C.Austin (59’ Edu Vargas). All. Harry Redknapp

Reti: 24’ Di María (M), 36’ Ander Herrera (M), 45’ Rooney (M), 58’ Mata (M)

 Arbitro: Phil Dowd

Ammoniti: 33’ van Persie

Espulsi: nessuno