SHARE

86c260b4afda0cb3bc4cba72b8523cde-37820-1410724452

Il Milan nella seconda gara di campionato conferma il buon debutto contro la Lazio e sbanca anche il Tardini di Parma con una girandola di gol al cardiopalma. Sono passati esattamente otto anni dall’ultima volta in cui i rossoneri riescono a vincere le prime due partite del campionato di Serie A. Era l’inizio della stagione 2006-07 e, anche in quel caso, la squadra di Ancelotti sconfisse la Lazio in casa ed il Parma al Tardini. Oltretutto il Milan di Inzaghi torna a segnare cinque gol in trasferta, e lo fa dopo cinque anni. L’ultima volta che i rossoneri sono riusciti ad effettuare una cinquina a domicilio infatti risale alla stagione 2008-09 quando, in casa del Siena, la squadra di Ancelotti sconfisse per 1-5 i bianconeri. In quell’occasione, proprio l’attuale tecnico rossonero Pippo Inzaghi segnò il suo gol numero 300 da professionista. E ora, da allenatore del Milan, è ancora Inzaghi a trascinare i suoi. La squadra lo segue in tutto e per tutto, ne ascolta i consigli nel riscaldamento, e a ogni gol i giocatori lo travolgono in un moto d’affetto che da tempo no si vedeva dalle parti della panchina rossonera.

Evidentemente anche il neo acquisto Giacomo Bonaventura è stato travolto dall’entusiasmo che il tecnico ha portato in quel di Milanello; l’ex atalantino ha infatti giocato ieri la sua centesima partita in Serie A e certamente non poteva sognare un esordio migliore con la maglia del Milan. Jack, come con affetto viene chiamato Bonaventura, ha dato qualità alla manovra milanista, ma anche tanta sostanza, soprattutto nel finale convulso, quando ha dato una grandissima mano nella fase difensiva a un Milan messo alle corde da un Parma arrembante, come Inzaghi pretende dalle ali offensive. A colpire di più poi è stata certamente la prestazione di Jeremy Menez, autore di una prova eccezionale condita da un gol finale che gli è valso un colloquio personale a fine gara col presidente Berlusconi, il quale si è complimentato col francese sia per la rete straordinaria ma anche per una grandissima prestazione. Ed è proprio la rete eccezionale del francese ad avere avuto parecchio risalto anche fuori dai confini italiani. La versione online del noto quotidiano sportivo ‘AS’ infatti, nella sezione “fútbol internacional”, ha dato grande risalto al colpo di genio di Menez, esaltandone così la pregevole fattura: “Il gol dell’anno lo ha fatto Menez: auto passaggio smarcante e incredibile colpo di tacco”. Ovviamente non è tutto oro quello che luccica; la difesa è apparsa più volte non propriamente sul pezzo, e il gol di Cassano, lasciato libero di saltare indisturbato tra i due centrali per colpire di testa, ne è una prova. Anche la topica di Diego Lopez su assist altrettanto sciagurato di De Sciglio, che fa un retropassaggio nello specchio della porta che mai dovrebbe vedersi su un campo di Serie A, è un segnale preoccupante di una fase difensiva ancora da registrare. Ma per ora mister Inzaghi si può godere la sua creatura che è già l’attacco più prolifico del campionato, in vista poi della gara con la Juventus in cui Pippo avrà sicuramente voglia di prendersi sul campo quella rivincita sul suo ex allenatore Massimiliano Allegri.

SHARE