SHARE

zeman cagliari

Zdenek Zeman sorprende tutti con delle dichiarazioni rilasciate ieri al termine di Cagliari-Atalanta, dove i suoi rossoblu sono stati battuti in casa per 2-1. Il boemo è tornato sull’esonero di inizio 2013 subito nella sua poco felice seconda avventura alla Roma, prossima avversaria dei sardi fra sette giorni, giungendo anche a parlare dell’immagine tutt’altro che amichevole serbata nei suoi confronti dal mondo Juventus.

TUTTO ANDO’ STORTO – L’allontanamento dalla capitale avvenne proprio in un Roma-Cagliari, finito 4-2 per gli ospiti ed in seguito al quale gli eventi precipitarono: “Fu una partita sciagurata, la ricordo benissimo – dice Zeman– era venerdì 1° febbraio 2014 ed in quella gara ci furono tanti errori, su tutti quello del portiere uruguaiano Mauro Goicoechea (oggi ai portoghesi dell’Arouca) che si fece gol da solo. L’ambiente era pronto per quella pesante decisione, ma io a Roma non serbo rancori per nessuno, ci vivo da 20 anni e ho tantissimi amici romanisti e laziali, per me però gli avversari sono tutti uguali ed io voglio sempre vincere”.

ZEMAN TIFAVA JUVE – Zeman lancia infine ‘la bomba’ riguardante il suo rapporto con la Juve:Da piccolo ero un grande tifoso bianconero, andavo sempre a letto con la maglia della Juve anche perché mio zio Cestmir Vycpalek ha prima giocato e poi allenato la squadra. Sono nato juventino e non ce l’ho con il club ma con chi ha fatto del male al calcio, e quella gente purtroppo lavorava per la Juve”.

SHARE