SHARE

 

451669_heroa

A differenza delle altri grandi del calcio italiano, la settimana del Milan senza coppe è stata incentrata sulla preparazione della gara di domani a San Siro contro i Campioni d’Italia della Juventus. Una settimana però anomala per i tifosi rossoneri, perché dopo più di vent’anni è strano non vedere il Milan impegnato in nessuna coppa europea. Bisogna però fare i conti con un momento storico che non concede alla società di Via Aldo Rossi questo ‘lusso’, e così l’impegno in Serie A risulta fondamentale in vista di una stagione che si spera sia di rilancio per i colori del Diavolo. Filippo Inzaghi però si avvicina alla gara con i bianconeri dopo un turno di campionato, quello con il Parma, che ha lasciato in dote una serie di indisponibili e squalificati. Diego Lopez infatti ne avrà per circa un mese per la lesione al bicipite femorale, così come Alex sarà indisponibile per 3/4 partite. L’incidente poi occorso a Saponara in allenamento si va ad aggiungere alla squalifica rimediata da Bonera proprio nella gara con i ducali. Questa ecatombe costringerà quindi la difesa del Milan a un periodo di sofferenza e, detto che la coppia centrale domani sera sarà Rami-Zapata, sarà comunque interessante capire se anche Mexes e Zaccardo torneranno tra i convocati o proseguiranno nel loro esilio.

Le notizia più positive però per il tecnico arrivano dal fronte Stephan El Shaarawy; l’italo egiziano ha infatti smaltito il fastidioso problema alla caviglia e domani sera a San Siro sarà in campo dal 1′. Inzaghi, che in questi giorni ha studiato a lungo i movimenti offensivi dei bianconeri, sembra aver scelto il 92 milanista anche perché con la sua velocità e vivacità sulla fascia destra potrà arginare e mettere in difficoltà Lichtsteiner, che in questo periodo si sta dimostrando fondamentale per la manovra juventina. A farne le spese sarà Jack Bonaventura, che dopo il brillante debutto contro il Parma condito anche da un gol, lascerà il posto al Faraone affiancato da Honda e l’uomo del momento in casa rossonera Jeremy Menez. Anche lo spagnolo Fernando Torres sembra aver smaltito il fastidio patito alla vigilia della gara col Parma, ma l’ex Chelsea si accomoderà in panchina in attesa di avere spazio a gara in corso.

SHARE