SHARE

rp_calvariogomez.jpg

ATALANTA 6 Non sempre chi gioca meglio riesce a vincere: Colantuono, attonito in panchina, non riesce a capacitarsene. Grande prestazione della Dea, mancano solamente i punti.

Marco Sportiello 6 Sempre sicuro nel corso della partita, non può niente sulla rasoiata di Kurtic che gli costa il primo gol su azione subito in campionato.

Boukary Dramé 6 Costringe Cuadrado al cambio di fascia, nel primo tempo rischia un giallo che gli avrebbe condizionato la partita. Impreciso in fase di spinta. (dall’82’ Salvatore Molina s.v.)

Giuseppe Biava 6.5 Ottima partita del centrale dell’Atalanta: Mario Gomez in questo stato di forma non è certo il peggior cliente possibile, ma lui non gli concede niente.

Yohan Benalouane 6 Prestazione senza sbavature: Ilicic non gli crea particolari problemi, solido e tranquillo.

Davide Zappacosta 6.5 Molto positivo il terzino ex Avellino: contiene bene Pasqual, arrembante nei primi minuti, e poi lo costringe gradualmente in copertura, molto interessante quando parte in progressione sulla fascia. Il futuro è suo.

Marco D’Alessandro 6 Partita di grande corsa e sacrificio dell’esterno romano che costringe molto basso Cuadrado: esce sfinito nella seconda frazione lasciando spazio al Papu. (dal 61′ Alejandro Gomez 6 Entra e si danna l’anima, sbatte contro il muro viola.)

Carlos Carmona 5.5 In difficoltà quando attaccano Aquilani e Fernandes, il cileno cerca di fare il solito lavoro sporco ma è il meno positivo dei suoi.

Luca Cigarini 6 Un paio di buoni spunti nella prima frazione, sparisce dal campo alla distanza.

Marcelo Estigarribia 6.5 Stato di forma straripante per il Chelo: fa impazzire Pasqual e Alonso con le sue accelerazioni, leggermente impreciso quando arriva sul fondo.

Richmond Boakye 6 Grandissimo sacrificio dell’attaccante scuola Genoa: ripiega costantemente sul playmaker avversario, colpisce un palo nel primo tempo.

German Denis 5.5 Il tanque è isolato dai compagni: non riesce praticamente mai ad essere pericoloso nel corso dei 90′, ancora alla ricerca della condizione migliore. (dal 76′ Rolando Bianchi s.v.)

FIORENTINA 5.5 Gioca peggio dei padroni di casa, ma mette a segno il primo gol e conquista i primi tre punti del campionato: per il bel gioco aspettiamo il turno infrasettimanale.

Neto 7 Il migliore dei suoi: salva il risultato in almeno tre occasioni, l’insicurezza degli scorsi anni è ormai soltanto un brutto ricordo.

Marcos Alonso 5.5 Fatica molto nella difesa a tre: commette qualche sbavatura che potrebbe costare carissima, un passo indietro rispetto alle buone prestazioni offerte da esterno.

Gonzalo Rodriguez 6 Le punte dell’Atalanta non gli causano particolari grattacapi, lui mostra la solita calma olimpica e gestisce la difesa con autorità.

Stefan Savic 6 Soffre molto nel primo tempo, in crescendo nella seconda frazione.

Manuel Pasqual 5.5 Partita poco brillante del capitano della Fiorentina: inizia in maniera molto propositiva ma alla distanza si fa schiacciare da Zappacosta ed Estigarribia, partita non del tutto sufficiente. (dal 71′ Micah Richards 6 Chiude con ordine e spinge pochissimo da terzino destro.)

Alberto Aquilani 6.5 Il migliore dei suoi nel primo tempo, in debito energetico nella seconda frazione si riduce a fare il compitino.

Mati Fernandez 6.5 E’ il grande ispiratore della Fiorentina: è lui a lanciare Kurtic, corre tantissimo ma non sempre i compagni sono all’altezza.

Milan Badelj 6 Partita ordinata del croato che non si fa notare per particolari giocate: la marcatura a uomo di Boakye non lo aiuta, sarebbe interessante vederlo più libero. (dal 56′ Jasmin Kurtic 6.5 Entra e segna dopo un minut0: è lui l’uomo che spacca la partita.)

Juan Cuadrado 5.5 E’ nervoso e inconcludente: di lui ci si ricorda soltanto per una giocata nel primo tempo e per le liti con Dramé. Prova spesso la giocata e sbatte contro il muro avversario. (dal 79′ Juan Manuel Vargas s.v.)

Josip Ilicic 6 Cerca la giocata ma sbatte contro il muro avversario: fa da raccordo tra centrocampo ed attacco ma Gomez non gli fa da punto di riferimento.

Mario Gomez 5 Si impegna moltissimo, ma il suo moltissimo non è abbastanza: la condizione fisica non lo assiste e lui rimane tanto, troppo fuori dal gioco.

SHARE