SHARE

palermo-inter

Posticipo tutto da seguire al Renzo Barbera, Palermo-Inter è già una sfida importante per la classifica, se da un lato l’Inter di Mazzarri non deve lasciarsi sfuggire la corsa per i primi posti, a fronte del 7-0 imposto al Sassuolo domenica scorsa al Meazza di San Siro, dall’altra il Palermo vuole muovere la classifica in maniera decisa, scrollandosi di dosso quel bollino con “scritto sopra” 1 punto. 26 i precedenti totali tra Palermo e Inter, con i siciliani in casa, i rosanero hanno trionfato 6 volte, dividendo la posta in palio con i nerazzurri in ben 11 occasioni. La vittoria esterna, invece, è un evento avvenuto 9 volte nella storia di questo incontro: nonostante l’evidente differenza di blasone tra le due squadre i nerazzurri hanno quasi sempre faticato al Renzo Barbera, soprattutto nelle ultime stagioni. In particolare dal 2004 il tabellino dice: 3 vittorie palermitane, 2 pareggi e 4 successi nerazzurri. La sfida Palermo-Inter ha offerto spesso ai tifosi delle due squadre uno spettacolo in termini di gol con un clamoroso 4-3 con le reti di Forlan e Miccoli per le due compagini. Nell’ultima sfida in Sicilia a trionfare sono stati i rosanero, con il gol di Ilicic al decimo minuto del primo tempo.

FORMAZIONI UFFICIALI PALERMO-INTER 

Palermo (3-5-2): Sorrentino; Andelkovic, Terzi, Feddal; Morganella, Bolzoni, Rigoni, Barreto, Lazaar; Vazquez, Dybala. All. Iachini

Inter (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; D’Ambrosio, Guarin, Medel, Kovacic, Nagatomo; Osvaldo, Icardi. All. Mazzarri

Gol: Vazquez 3′, Kovacic 42′

Ammoniti: Juan Jesus, Handanovic, Morganella, Rigoni, Ranocchia, Dodò

Espulsi:

CRONACA Inizio partita subito difficile per l’Inter, Vidic al 3′ chiude male in fase di disimpegno e offre a Vazquez l’occasione di pungere, il giovane talento non si fa pregare e trafigge Handanovic. Inter che soffre nella prima fase della partita, il Palermo porta pressing alto e gli uomini di Mazzarri non riescono a costruire gioco. Al 32′ si scuote l’Inter, ci prova Guarin dalla distanza, il suo tiro sibila non lontano dal palo alla sinistra di Sorrentino. Poco prima dell’intervallo colpisce l’Inter, Kovacic raccoglie una palla al limite dell’area rosanero e calcia al volo in porta, fendente basso che batte Sorrentino. Primo tempo di stampo siciliano, l’Inter brava e fortunata nel trovare il pari prima di andare al riposo.

Seconda frazione che si apre all’insegna della prima, Palermo abile nel ripartire e Inter non convintissima. Molti cambi per le due formazioni, Dodò e Hernanes rilevano i non proprio impeccabili D’Ambrosio e Juan, per Iachini dentro Belotti per Bolzoni. Al 72′ Dybala e Vazquez si bevono tutta la difesa nerazzurra, gran tiro deviato del fantasista rosanero che si stampa sulla traversa, sulla ribattuta si salvanop Handanovic e compagni. Un minuto dopo altra palla-gol per Vazquez, gran cross dalla destra per l’accorrente argentino che scarica al volo di poco fuori. All’87’ grande contropiede del Palermo, l’Inter traballa, Belotti lanciato a rete viene fermato da Nagatomo che casca in area, su sviluppo dell’azione l’attaccante italiano tira in porta e batte Handanovic, ma il gioco è fermo. Iachini viene espulso per proteste relative a quest’azione. Al 93′ Sorrentino fa un miracolo, con le unghie taglie dal sette un gol sicuro di Osvaldo. Partita che termina 1-1, grande prova del Palermo che nell’ultima mezz’ora ha espresso grande calcio. L’Inter rimandata, gli uomini di Mazzarri non sono stati capaci a dare continuità alla loro manovra delegittimando il bel gol di Kovacic.

Stefano Mastini
//

SHARE