SHARE

Florentino_Perez

Sono state settimane difficili, ultimamente, quelle in casa Real Madrid a causa della falsa partenza in campionato, della sconfitta in supercoppa di Spagna e come se non bastassero i risultati ci si è messo anche il quotidiano sportivo iberico ‘AS’ a sparare sui ‘blancos’, mettendo in luce i pesanti debiti del club di Florentino Perez. E’ stato proprio il numero uno della società capitolina, a ristabilire l’ordine nella consueta assemblea dei circa 2000 soci del Real Madrid, ribadendo la fiducia nel tecnico Carlo Ancelotti, già bersagliato dopo i primi risultati negativi: “Il tecnico già fa parte della storia di questa società grazie a ciò che ha fatto nella scorsa stagione. La Champions era per tutti noi un’ossessione. Sappiamo cosa significhi il titolo di campione d’Europa per il nostro club. Avevamo detto che avremmo dato tutto per la Decima e ora la Coppa è qui”.

CLUB SOLIDO – Perez ha poi proseguito, parlando della situazione economica del Real e del nodo legato allo stadio: “Il fatturato ammonta a 604 milioni, senza le plusvalenze si attesta a 549,6. Il contributo dei soci alle entrate del club è pari al 9,1%. La nostra solidità economica è la base della nostra indipendenza. Credo che questo sarà il club con il fatturato più alto ed è fondamentale affinché il Madrid continui ad appartenere ai suoi soci. Forbes ci considerà la società calcistica più preziosa, il nostro valore è di 3,44 miliardi di dollari. Abbiamo la massima fiducia nella nostra rosa che è eccellente. Inoltre abbiamo acquisito 3 dei migliori giocatori dell’ultimo Mondiale. Vogliamo che il Bernabeu diventi il miglior stadio del mondo, stiamo elaborando il progetto base che prevede anche l’integrazione di una zona commerciale. Siamo in dirittura d’arrivo. Speriamo di partire il prossimo anno”.

SHARE