SHARE

inzaghi_conferenza_grande

Alla vigilia del primo turno infrasettimanale della stagione, Pippo Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa prima della partenza per Empoli dove il suo Milan giocherà nella serata di domani. Ecco le sue parole ai cronisti: “L’Empoli ha fatto 3 ottime partite. Ci aspetta una partita difficile. A Udine meritava di passare in vantaggio. Ho visto la partita di sabato: hanno avuto la gara in mano per 85 minuti. E’ ben organizzata, sarà una gara insidiosa. Siamo carichi, siamo in un momento positivo e cerchiamo di rimanere carichi. Non posso pensare dopo l’Empoli. Si va sempre a cercare il pelo nell’uomo, non deve essere così per noi. Ora stiamo acquisendo certezze, sarebbe importante fare una bella gare domani. Il campo ci dirà se l’abbiamo preparata nel modo migliore”.

Sulle parole di Berlusconi, deluso dopo la prestazione del Milan con la Juventus: “Non si commentano mai le sue parole. Avrei voluto regalargli una vittoria. Abbiamo fatto una grande partita, di spirito e sacrificio. La Juve è una corazzata che vuole vincere la CL. Tutti noi volevamo stare 90 minuti nell’area della Juve, ma questo dipende dalla storia dell’avversario. Loro hanno tirato 5 volte in porta, noi 3. C’è stato un miglior possesso. Hanno vinto a 20 minuti dalla fine. Poi se ci davano il rigore la storia è un’altra. Ora diventa fondamentale la gara di domani. Ho una buona rosa, ora i nostri pensieri vanno all’Empoli”.

Qualche dubbio di formazione per il tecnico rossonero: “Verificherò domattina il recupero di chi ha giocato con la Juve. Qualche giocatore fresco ci può far bene. Domani scegliero l’11 iniziale, anche se i cambi diventano fondamentali. Terrò conto pure di questo. Dobbiamo cercare di giocare a calcio. Il centrocampisti fino ad ora hanno fatto bene. Montolivo non si sostituisce facilmente. Van Ginkel si mette sempre bene col corpo, l’abbiamo preso perché pensiamo ci possa dare una grande mano. Fernando Torres ha recuperato, non poteva avere tutti i 90 nelle gambe. Adesso sembra pronto, valuterò il modo di utilizzarlo. Van Ginkel sta facendo bene, sembra pronto. Vediamo se sarà il caso di farlo partire dall’inizio o meno. Non ci sono certezze. Ho provato qualcosa, ma non sono riuscito a capire chi ha recuperato. Abbiamo gente fresca e pronta, devo valutare bene. A inizio campionato è difficile giocare 3 gare in una settimana. Sabato abbiamo fatto uno sforzo incredibile. Ho intenzione di provare qualche elemento fresco. Chi ha riposato sabato, domani può darci buone indicazioni”.

Un pensiero in particolare per El Shaarawy: “E’ dovuto stare fermo dopo la Nazionale, ha fatto dei giorni senza allenarsi. Ha fatto una buona gara, anche di voglia. Alla lunga l’ha pagata, ha avuto i crampi. Quando perdi 10 giorni di allenamento questi sono i risultati. Ritroverà già in fretta la condizione, speriamo già da domani”.

Una chiosa finale poi sul pubblico accorso numeroso a San Siro per la gara con la Juventus: “I tifosi andranno conquistati piano piano. La più grande conquista è stata sabato sera. Gli applausi dei nostri tifosi sono il biglietto di visita che dobbiamo portare nel cuore. Il pubblico ha visto un Milan nuovo, che ha perso col cuore. I tifosi ci staranno vicino. Dipenderà tutto da noi. Dobbiamo essere bravi, dobbiamo far tornare l’amore della gente per la sua squadra. Sono dispiaciuto di non avergli regalato un risultato positivo, ma daremo loro delle gioie”.

SHARE