SHARE
qatar-world-cup-2022
Il Mondiale in Qatar nel 2022 sembra essere sempre più a rischio. Ovviamente non c’è ancora nulla di ufficiale, ma ancora una volta dall’interno della Fifa c’è chi il Mondiale in terra asiatica tra otto anni non vuole proprio giocarlo. Ecco le rivelazioni shock di Theo Zwanziger, ex presidente della Federcalcio tedesca, e attualmente membro del comitato esecutivo della Fifa: “Alla fine – ha detto alla Sport Bild – credo che il Mondiale del 2022 non si giocherà un Qatar. I medici – ha spiegato – dicono che non accettano alcuna responsabilità per una coppa del mondo che si giochi in quelle condizioni”. Il paese arabo sta costruendo stadi avanzatissimi dal punto di vista tecnologico che dovrebbero garantire una totale refrigerazione sia agli spettatori che ai giocatori in campo, ma Zwanziger obietta così: “Possono costruire stadi freschi, ma la Coppa del Mondo non si gioca solo lì. I tifosi di tutto il mondo si imbatteranno nel clima torrido del Qatar e il primo caso di pericolo di vita scatenerà un’inchiesta di un pubblico ministero e la Fifa non vuole arrivare a questo”.
 “Quella di Zwanziger è solo un’opinione personale e lui stesso lo ha precisato”. La Fifa, tramite la Reuters, ha già preso le distanze dalle dichiarazioni del funzionario tedesco. Resta però in piedi l’ipotesi di uno slittamento del Mondiale dall’estate, quando le temperature superano i 40 gradi, all’inverno, con ovvie conseguenze sul calendario dei club per la stagione 2022-23.
SHARE