SHARE

Brezovec

Spezia-Carpi è l’anticipo del 5° turno (infrasettimanale) di Serie B. Le squadre sono distanziate da appena un punto e l’eventuale vittoria di una delle contendenti nella gara può essere un’ottima occasione per mettere pressione alle avversarie ed ambire a sogni di gloria fin’ora sopiti visto il caos delle prime giornate di campionato. Si sfidano il miglior attacco (quello del Carpi, anche se in coabitazione con Cittadella e Frosinone) e la terza miglior difesa della Serie B (Spezia). Curiosità: in tribuna il talento dell’Inter Mateo Kovacic, evidentemente presente per assistere al match che vede impegnati i suoi connazionali nello Spezia.

Partita che inizia in modo nervoso: già 2 ammoniti dopo meno di 10′ per il Carpi. La prima occasione è invece per lo Spezia, ed è clamorosa: Gabriel rinvia male con i pugnii in uscita e Brezovec deve solo metterla dentro a porta vuota ma manda incredibilmente alto. Errore pauroso del centrocampista dello Spezia, che sembra aver iniziato decisamente meglio degli avversari proponendosi in maniera offensiva in maniera costante. I padroni di casa premono moltissimo ma, a conti fatti, dopo l’occasione di Brezovec creano davvero poco. Il Carpi si difende bene e contribuisce a rendere la partita decisamente noiosa dal punto di vista dei tiri in porta. Catellani trova quasi un pertugio a fine primo tempo ma il suo passaggio per Ardemagni viene intercettato Suager in maniera provvidenziale. Come nella più classica delle beffe, però, è proprio il Carpi a passare in vantaggio al 45′: Bianco raccoglie un pallone da circa 30 metri e con uno stop veloce lo indirizza di controbalzo subito verso la porta: la magia fredda Chichizola e Spezia-Carpi è 0-1 alla fine del primo tempo. Carpi freddo e cinico nel segnare approfittando dell’unica occasione avuta, Spezia bello da vedere ma poco concreto e che dovrà riorganizzare la manovra per rimontare la gara nella seconda frazione.

Il secondo tempo di Spezia-Carpi vede i liguri continuare a premere sull’acceleratore per trovare il gol, anche se dall’altra parte si rende pericoloso Letizia con un sinistro che però non trova la porta. Bjelica cerca l’arrembaggio e dopo pochi minuti inserisce Culina ed Ebagua in luogo di Cisotti e Bakic per riprendere la partita. Lo sbilanciamento dello Spezia però consente al Carpi di andare in contropiede e la squadra di Castori alla seconda occasione mette a segno il secondo gol: Mbakogu fa benissimo la sponda per l’inserimento di Concas che batte Chichizola in uscita: 0-2 e ritorno col botto per Concas, che era rimasto fuori 5 giornate per squalifica. Spezia che cerca di riordinare le idee ma il carpi prova ad approfittarne ancora in ripartenza, con Mbakogu che incrocia troppo con l’interno destro. Si vede finalmente lo Spezia, i due nuovi entrati Culina ed Ebagua costruiscono un’azione che porta l’ex Varese alla conclusione di sinistro al volo: palla alta. Episodio controverso al 65′: Poli tocca con il braccio in area ma Candussio non fischia rigore. Culina dimostra di avere un buon impatto sulla gara: il croato si propone con un destro d’incontro al 70′ ma la palla termina di poco alta. Al 78′ è ancora il Carpi a sfiorare lo 0-3: a fallire un’occasione ghiotta è il neo entrato Di Gaudio che per poco non batte Chichizola spedendo il pallone a lato. Ardemagni ci prova a 5′ dal termine con un destro in area, la palla si perde inesorabilmente alta senza impensierire il portiere Gabriel. Poco dopo è Ebagua a sfondare la difesa avversaria ma la sua bomba di sinistro viene deviata in corner. Lo Spezia preme: all’87’ Culina impegna Gabriel, che è costretto a mettere in calcio d’angolo con una bella parata. Ancora ci prova Catellani all’89’: il suo colpo di testa batte Gabriel ma esce fuori di centimetri. Lo Spezia però prova il tutto per tutto e al 90′ proprio Catellani guadagna un calcio di rigore subendo fallo da Letizia. Dal dischetto va lo stesso Catellani che spiazza Gabriel e riapre la partita con 4′ di recupero da giocare. Lo Spezia è galvanizzato ma subito dopo il gol Di Gaudio fa tremare il Picco colpendo un palo incredibile. Lo sforzo finale della squadra di casa non produce il pari e Spezia-Carpi termina 1-2: con questa vittoria il Carpi si porta al secondo posto (e dunque in zona playoff) in attesa ovviamente delle altre partite. Seconda sconfitta in campionato invece per lo Spezia, che ha giocato un discreto calcio senza però concretizzare al meglio la fase realizzativa.

 

 

 

 

TABELLINO

FORMAZIONI
SPEZIA (4-3-3): Chichizola; Madonna, Ceccarelli (80′ Gagliardini), Valentini, Migliore; Juande, Bakic (56′ Ebagua), Bregovez; Cisotti (55′ Culina), Ardemagni, Catellani. All. Bjelica

CARPI (4-5-1): Gabriel; Struna, Romagnoli, Suager, Poli; Lollo, Porcari, Bianco (65′ Mbaye), Letizia, Concas (78′ Di Gaudio); Mbakogu (82′ Inglese). All. Castori

AMMONITI: Brezovec, Cisotti, Migliore, Madonna (S) – Suager, Porcari, Bianco, Mbaye (C)

MARCATORI: 45′ Bianco, 60′ Concas (C), 90′ rig. Catellani (S)

ARBITRO: Candussio

SHARE