SHARE

maxresdefault

Fresco di rinnovo di contratto con l’Inter fino al 2017, ha parlato ai microfoni di Sky Sport Piero Ausilio, partendo dalle richieste fatte dal presidente Thohir, a Milano da qualche ora: “Non ha chiesto nulla di particolare. Essere valutato dal presidente e il prolungamento ricevuto mi rendono orgoglioso. Per lo scudetto faremo un poco alla volta, noi puntiamo sulla serietà e questo può portare alla tranquillità. Abbiamo il piacere di creare un gruppo che vuole fare il proprio meglio. Abbiamo tutti questo obiettivo dal presidente fino all’ultimo dei dipendenti e io non sono da meno. Mazzarri si sente forte di una programmazione estiva e di aver contribuito alla costruzione della squadra. Abbiamo cercato di portare avanti l’Inter e siamo convinti di averlo fatto rispettando i parametri finanziari. Adesso aspettiamo il campo e il risultato che verifica la bontà del progetto. Aspettiamo adesso fiduciosi del nostro lavoro. Terzo posto? Noi non guardiamo gli altri. Il campionato è competitivo e ogni campo è difficile. Noi vogliamo fare una buona stagione su tutti i fronti, ma senza fare proclami. Noi vogliamo arrivare sicuramente in Champions e faremo di tutto per arrivare il più in alto possibile. Il mio acquisto? Quando si fa un acquisto è un lavoro di tutti. Io sono a capo di una struttura che comprende scouting e settore giovanile. Ogni trattativa è difficile, ma se ricordo quella di M’Vila e di Medel mi stupisco di quanta pazienza abbia avuto. Ma sono orgoglioso di tutte le trattative portate a termine. Abbiamo qualcuno sotto controllo, ma non faccio nomi. Siamo già operativi, monitoriamo il mercato e sono convinto che ci saranno delle soprese per il futuro prossimo”.

SHARE