SHARE

Empoli

 

Inzaghi e il Milan cercano tornare a sorridere dopo la sconfitta casalinga contro la Juventus. D’altra parte l’Empoli di Sarri, reduce dal primo punto conquistato in campionato, non vuole di certo fare da sparring partner. E così Empoli-Milan può diventare potenzialmente una partita dal grande spettacolo. Turnover per Inzaghi, che manda in panchina El Shaarawy, Bonaventura e Poli in luogo di Van Ginkel (esordio stagionale), Torres (prima da titolare) e Menez spostato sull’esterno d’attacco. Dopo la squalifica torna anche Bonera al centro della retroguardia rossonera. Nell’Empoli accanto a Tavano in attacco Pucciarelli, per via della defezione di Mchedlidze e le condizioni non ottimali di Maccarone.

L’Empoli prova a partire con un pressing alto ma ben presto il Milan prende il controllo della gara. La squadra di casa però, a sorpresa, colpisce al 12′ su calcio piazzato: corner teso dell’ex Verdi e grande impatto di testa di Lorenzo Tonelli che batte Abbiati e porta sull’1-0 l’Empoli, segnando la sua prima segnatura in Serie A. Milan sotto shock: Pucciarelli un minuto dopo trova la conclusione ma stavolta Abbiati para. L’Empoli continua a premere e Vecino in contropiede impegna severamente Abbiati con una conclusione di destro. I rossoneri però sembrano in bambola e la conseguenza dell’assenza metaforica dal campo è il 2-0 dell’Empoli: schema ancora una volta su calcio piazzato e tocco in scivolata decisivo di Pucciarelli che fredda Abbiati. Anche per Pucciarelli si tratta del primo gol in Serie A. Empoli che si trova meritatamente in vantaggio, esprimendo anche un ottimo calcio. Dopo aver preso due scoppole pesantissime, il Milan dovrebbe provare a macinare gioco ma le cose non vanno per il meglio: l’Empoli continua a dominare e il Milan perde anche Van Ginkel per un problema muscolare, al suo posto Inzaghi getta nella mischia Bonaventura. Nel frattempo l’Empoli sfiora anche il terzo gol con un colpo di testa di Verdi che esce fuori di pochissimo. Il Milan trova il primo tiro in porta soltanto al 38′, con una botta rasoterra di Bonaventura bloccata però da Sepe. Due minuti dopo primo lampo di Fernando Torres che si libera con un dribbling di un uomo in area e calcia di sinistro: ancora una volta Sepe blocca, stavolta in due tempi. Ed è proprio Torres a riaprire la partita nonostante il bruttissimo primo tempo della sua squadra: Abate crossa con precisione dalla destra e Torres colpisce di testa girando benissimo e battendo un incolpevole Sepe. Primo gol con la maglia del Milan per El Nino, che mette una pezza alla terrificante frazione giocata dai rossoneri, costantemente dominati dall’Empoli per quasi 4o’. Vecino prova subito a ristabilire le distanze ma il suo sinistro si perde alto. Nel recupero polemica per un tocco di gomito di Bonera, che l’arbitro giudica involontario. Il primo tempo di Empoli-Milan termina così 2-1: Empoli in controllo per quasi tutta la gara, Milan che accorcia nel finale per provare a riprendere la gara nei 45′ successivi.

Inzaghi inizia il secondo tempo mandando in campo Poli al posto dell’ammonito Muntari per cercare di riscattare un primo tempo non all’altezza della fama rossonera. E’ però l’Empoli ad iniziare bene con una conclusione di Verdi che però trova pronto Abbiati. Il Milan prova comunque a stazionare maggiormente nella metà campo toscana ma è ancora l’Empoli a cercare il terzo gol con un’azione che coinvolge prima Pucciarelli e poi Verdi: nessuno dei due trova la porta. Poco dopo, è Ciccio Tavano a fallire il match point: Vecino lo lancia in contropiede e l’ex Livorno si fa spazio tra i centrali del Milan ma, al momento di concludere col portiere in uscita, scarabocchia col sinistro mandando a lato. Al 56′ primo acuto di Menez, che dopo essersi liberato di svariati avversari conclude dai 20 metri col sinistro: Sepe ottimo nella parata. Il portiere dell’Empoli non può niente invece sul tiro di Honda che, con una finta di gambe, spiazza la difesa e poi conclude in porta mettendo a segno il bellissimo gol del 2-2. Milan che pur non offrendo un’ottima prestazione riesce comunque a pervenire al pari. Stavolta è l’Empoli ad accusare il colpo a livello psicologico: Torres fa quello che vuole della difesa toscana e serve Menez che conclude da fuori: Sepe è battuto ma la traversa impedisce al Milan di trovare il terzo gol, poi Bonaventura sbaglia il tap in con l’attenuante dell’offside. Ancora Torres, servito da Abate, calcia in posizione defilata e per poco non batte Sepe con un esterno destro che termina sul fondo. Sarri prova a cambiare qualcosa: Tavano lascia il posto a Massimo Maccarone, cresciuto nelle giovanili dei rossoneri: proprio Big Mac col sinistro prova a scaldarsi ma Abbiati risponde presente. Adesso però è il Milan a fare la partita: al 79′ Honda sfiora la doppietta personale su calcio di punizione, con sfera che termina a lato di pochissimo. Inzaghi dà fiducia a Pazzini togliendo uno stanchissimo Torres. A rischiare di compromettere la gara dell’Empoli ci pensa Valdifiori che, in due minuti, prende una doppia ammonizione che lo fa cacciare fuori dal campo: Empoli in 10, dunque. Milan padrone: Bonaventura crossa per Zapata, colpo di testa che muore debole tra le braccia di Sepe. Abate ci prova da fuori ma non crea pericolo a Sepe. Ancora Honda ci prova di testa ma la palla si spegne lentamente sul fondo, senza preoccupazioni per la difesa empolese. L’assalto del Milan però non produce il gol della vittoria ed Empoli-Milan termina per 2-2: gara scoppiettante che ha visto i padroni di casa dominare per un tempo intero e il Milan venir fuori con la classe dei suoi singoli e con la grinta trasmessa dal suo allenatore. Segnali positivi per Sarri, Inzaghi dovrà invece lavorare molto sulla fase difensiva che rischia di vanificare quanto fatto dai talentuosi attaccanti rossoneri.

 

 

 

 

 

TABELLINO

FORMAZIONI
EMPOLI (4-3-1-2): Sepe; Laurini (69′ Hysaj), Tonelli, Rugani, Mario Rui; Croce, Valdifiori, Vecino; Verdi; Pucciarelli (76′ Zielinski), Tavano (64′ Maccarone). All. Sarri

MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Bonera, Zapata, De Sciglio; Van Ginkel (31′ Bonaventura), De Jong, Muntari (46′ Poli); Honda, Torres (81′ Pazzini), Menez. All. Inzaghi

AMMONITI: Vecino, Valdifiori (E) – Zapata, Muntari, De Sciglio (M)

ESPULSI: Valdifiori (E)

MARCATORI: 12′ Tonelli, 21′ Pucciarelli (E), 43′ Torres, 58′ Honda (M)

ARBITRO: Calvarese

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE