SHARE

roma

Una punizione magistrale di Miralem Pjanic regala tre punti pesantissimi alla Roma che rimane a punteggio pieno a quota 12 insieme alla Juventus di Max Allegri. Una partita che ha visto la Roma comandare il gioco per tutta la prima frazione con il solito possesso palla che contraddistingue la squadra di Rudi Garcia. Dall’altra parte un Parma volenteroso che non voleva perdere la sua seconda partita consecutiva in casa (non gli accadeva dal 2010) e che però di è dovuto inchinare al maggior tasso tecnico della Roma.

LA CRONACA– La Roma si presenta al Tardini senza 8 uomini ma con una squadra di tutto rispetto. In difesa fa il suo esordio il greco Holebas (buono la sua prima parte di match) mentre sull’out di destra Torosidis sostituisce Maicon. Sulla mediana solito centrocampo a 3 con Keita, Pjanic e Nainggolan , mentre in attacco Rudi Garcia da fiducia ad Adem Ljaijc supportato da Totti e Gervinho. Il Parma risponde con un 4-3-3 atipico con Cassano confermato al centro dell’attacco emiliano. Il primo tempo vede la Roma comandare il gioco e trovare la rete del vantaggio con Adem Liajic al minuto 27’ su grande assist del Capitano Francesco Totti. La reazione del Parma non è veemente ma proprio sul finale di primo tempo è De Ceglie con un diagonale fuori di un paio di metri. L’ex bianconero però si rifà ad inizio ripresa trovando con un bel colpo di testa il gol del pareggio (il primo incassato dalla Roma proprio come un anno fa sempre al Tardini) al minuto 56’. La Roma sembra accusare il colpo ma rimane lucida e mantiene il controllo delle gioco senza perdere la calma e crea un paio di occasioni per tornare in vantaggio: prima con Gervinho e poi con Florenzi fermato proprio sul più bello da un grande intervento di Felipe. Sul finale , quanto ormai sembrava che il Parma potesse far suo un preziosissimo punto arriva il capolavoro di Pjanic. Con una punizione pennellata dal limite dell’area di rigore, che bacia la traversa e muore in rete alle spalle di un incolpevole Mirante, il bosniaco regala tre punti pesantissimi alla Roma che le permettono di rimanere ancora in vetta. Per il Parma una beffa che lascia l’amaro in bocca ma comunque una prestazione non da buttare al cospetto di un avversario senza dubbio superiore.

Tabellino
PARMA-ROMA 1-2 (0-1)
MARCATORI Ljajic (R) al 27′ pt; De Ceglie (P) all’11’, Pjanic (R) al 43′ st

PARMA (4-3-3) Mirante 6; Mendes 6, Felipe 6,5, Lucarelli6 ; Gobbi 6,5; Acquah 6, Lodi 5, Mauri 6 (36′ st Galloppa), Palladino 5 (12′ st Belfodil), Cassano 6, De Ceglie 6,5 (28′ st Costa). (Iacobucci, Cordaz, Ristovski, Rispoli, Santacroce, Jorquera, Lucas, Ghezzal, Coda, Belfodil). All. Donadoni.

ROMA (4-3-3) De Sanctis 6; Torosidis 6(24′ st Maicon 6,5), Manolas 6,5, Yanga-Mbiwa 5,5, Holebas 6; Pjanic 7, Keita 6,5, Nainggolan 6; Ljajic 6,5 (28′ st Florenzi 6), Totti 6,5 (36′ st Destro 6,5), Gervinho 6. (Skorupski, Lobont, Somma, Calabresi, Emanuelson, Cole, Paredes, Verde, Sanabria). All. Garcia.
ARBITRO Mazzoleni di Bergamo

SHARE