SHARE

udinese lazio

L’Udinese capitalizza al meglio le occasioni avute e vince soffrendo con un 1-0 in casa della Lazio: altri tre punti per la squadra di Stramaccioni che chiude la 4/a di campionato a 9 punti, meglio dei friulani solamente Juventus e Roma. La Lazio di Pioli fatica molto invece, traballante in difesa e sterile in attacco: solamente tre i punti collezionati da inizio campionato, frutto di una vittoria e tre sconfitte, urge cambiare tendenza.

DIFESA BALLERINA La prima frazione, seppur non eccessivamente cattiva, è caratterizzata da due violenti scontri di gioco: prima Badu esce in barella dopo uno scontro con Candreva (il ghanese rientrerà coraggiosamente in campo pochi minuti dopo), poi Muriel si scontra con Marchetti. Inizialmente sembra che sia il portiere italiano ad avere la peggio, ma dopo appena 3 minuti è invece il colombiano ad essere costretto a lasciare il campo a causa della violenta botta al costato. Le lacune della squadra di Pioli sono soprattutto in difesa: senza Basta e Gentiletti i sostituti Cana e Konko non danno l’impressione di essere all’altezza della situazione: a passare avanti è infatti la frizzante squadra di Stramaccioni che, dopo essersi difesa con grande disciplina, punisce i padroni di casa con il gol di Thereau arrivato dopo la bella assistenza di Widmer.

La Lazio fa molta fatica ad essere pericolosa: dopo i minuti iniziali con qualche bello spunto di Felipe Anderson la squadra rimane abulica davanti, con un Klose ancora non al top e un Candreva più lottatore che ispiratore. Meglio nella ripresa, con Djordjevic che rileva Anderson e va a piazzarsi accanto al panzer tedesco, regalando più spazi ai compagni con la sua fisicità.

ASSALTO FINALE Nella seconda frazione Pioli manda in campo tutti i giocatori offensivi, finendo per giocare con Candreva e Keita esterni e Klose-Djordjevic centrali oltre a due terzini offensivi come Konko e Lulic: di tutta risposta Stramaccioni manda in campo sagacemente Di Natale per sfruttare le ripartenze ed arriva a finire la partita con la difesa a cinque. Decisivo Karnezis, sempre attento, in un paio di occasioni, superlativa prestazione della coppia Danilo-Heurtaux: i padroni di casa, poco sospinti da un pubblico più occupato a contestare la proprietà che a incitare la squadra, non riusciranno mai a trovare il giusto pertugio.

Marcatori 26′ Thereau (U)

Lazio (4-3-3) Marchetti; Konko, Novaretti, Cana, Braafheid (76′ Keita); Parolo, Ledesma (59′ Lulic), Onazi; Candreva, Klose, Felipe Anderson (46′ Djordjevic). All. Pioli

Udinese (4-3-2-1) Karnezis; Widmer, Heurteaux, Danilo, Piris; Badu, Allan, Guilherme; Kone, Thereau (65′ Di Natale); Muriel (29′ Fernandes, 81′ Belmonte). All. Stramaccioni

Ammoniti 15′ Novaretti (L), 45’+1 Kone (U), 45’+4 Candreva (L), 88′ Lulic (L)

SHARE