SHARE

montella conferenzaq 2015

E’ un Vincenzo Montella particolarmente nervoso quello protagonista della conferenza stampa pre match contro il Torino. La sua Fiorentina non vive di certo un bel momento ma Montella è certo di poter cambiare presto la rotta. Nel frattempo, il tecnico di Pomigliano D’Arco difende la sua squadra e cerca di raffreddare gli animi bollenti di tifosi e addetti ai lavori.

Ecco tutte le parole di Montella: “Infortuni? Dobbiamo analizzare caso per caso. Per quanto riguarda quelli traumatici siamo fuori classifica, è vero. Cuadrado ha un risentimento al menisco e conto di recuperarlo a breve. Penso ci sia poco equilibrio nei giudizi. Sono tutti stop lievi. Dobbiamo essere bravi a valutare. L’importante è che lasciate stare la squadra. Rifatevela con me. Se analizziamo le partite dell’anno scorso contro le stesse squadre si può vedere che abbiamo fatto meglio, ma niente allarmismi. Forse voi vi aspettate qualcosa di diverso. Noi siamo stati pensati e costruiti per giocare in questo modo. Nelle due partite casalinghe è mancata la giocata decisiva o il calcio piazzato. E’ mancato il guizzo, la malizia giusta. Torino senza Cerci e Immobile? Sicuramente la squadra, soprattutto all’inizio ne risentirà. Ma sono comunque un’ottima squadra. Cuadrado? Ripeto, conto di recuperarlo a breve. Precampionato? Non mi sono mai nascosto. Non avrei progettato così la pre season ma mi adatto. Operazioni di mercato troppo ritardate? Non siamo il City o il PSG. Abbiamo comprato i giocatori nel momento migliore per il mercato. Pizarro? Sta bene ed è convocato. Sicuramente dobbiamo essere più veloci e risolutivi, ma dobbiamo mantenere la nostra idea di gioco. Richards sta bene ma non è al meglio. Marin invece è ancora in ritardo di condizione. Mi sento appoggiato dal tifo ed è questo l’importante. L’importante è mantenere l’equilibrio. Questa è una società stabile. El Hamdaoui? Non gioca da tre anni ed ho tantissimi giocatori in rosa. Sarebbe inutile inserirlo in questo momento. Il Toro ha un’idea di gioco chiara e decisa. Può colpire con le ripartanze ma credo di avere una squadra competitiva domani. Babacar e Bernardeschi sono due giocatori di grande prospettiva. Credo che la squadra migliore è quella che alterna giovani a giocatori di esperienza. Borja Valero in calo? Sono fasi. Non sono preoccupato. Non sempre ci si può esprimere ad altissimi livelli”.

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE