SHARE

inzaghi

Filippo Inzaghi ha parlato in conferenza stampa prima della gara che vedrà il Milan ospite al Manuzzi di Cesena per la 5a giornata di Serie A. Inzaghi, incalzato su svariati temi, ha espresso serenità e fiducia verso la squadra.

Ecco tutte le parole di Inzaghi: “Le partite in trasferta contro le neopromosse sono sempre difficili, ma noi siamo il Milan e vogliamo la vittoria. La difesa? Il sistema che abbiamo adattato fino ad oggi è il migliore, quello che ci ha fatto giocare meglio. Anche quello che abbiamo usato a Empoli può darci benefici, ma valuterò di gara in gara quale modulo utilizzare. Dicevo di stare sereni dopo due vittorie, perché questa squadra deve lavorare ma la voglia c’è. Siamo il miglior attacco del campionato e questo è importante, ma ad Empoli abbiamo preso due gol evitabili. Sappiamo di dover migliorare in molto, ma sto vedendo cose molto positive. Berlusconi? E’ rasserenante. Arriva con una carica incredibile, ha voluto parlare coi giocatori. Per noi è una risorsa, vogliamo renderlo felice. Alex si allena da tre giorni. Ho centrali diversi, spetta solo a me scegliere i migliori per domani. Calci piazzati? Dobbiamo porre rimedio a questa situazione e cercheremo di migliorare. Credo che già domani l’attenzione sarà più alta. De Sciglio? Per me ha fatto buone partite. E’ un professionista serissimo e fa vita da atleta. Diamogli tempo e migliorerà, deve ritrovare un po’ di brillantezza e adattarsi a giocare a sinistra. Con lui sono molto tranquillo. Bonera? E’ inutile trovare sempre un colpevole. E’ qui da 8 anni, si allena bene ed ha sempre giocato. Io faccio delle scelte in base a come stanno i giocatori, di volta in volta sceglierò chi mi da più garanzie. El Shaarawy? Un grandissimo giocatore ma dopo la gara con la Lazio si è fatto male e ha perso 10 giorni. Ho grande fiducia in lui perché conosco il suo valore, deve solo ritrovare la brillantezza mostrata contro la Lazio. Con lui e De Sciglio sono in una botte di ferro. Abbiamo recuperato Essien e purtroppo perso Van Ginkel. Domani valuterò quale sarà il centrocampo migliore. Io però non punto il dito contro nessuno in particolare. Stadio ostile? Io non ci penso, guardo solo alla partita. Vorrei che fosse pieno di tifosi, questo si. Non guardiamo la classifica ora, noi dobbiamo crescere giorno dopo giorno ma ovviamente l’obiettivo è quello di rientrare nell’Europa che conta“.

 

Claudio Agave

https://twitter.com/ClAgaTVOV

SHARE