SHARE

il_presidente_del_cagliari_tommaso_giulini_foto_max_solinas-550-370-407381

Tommaso Giulini non si accontenta dei quattro gol segnati a San Siro, e nel day after della vittoria sull’Inter punge anche la società nerazzurra: “Mazzarri ieri ha avuto una squadra un po’ presuntuosa, purtroppo capitano queste partite all’Inter. Nei miei 8 anni da consigliere ne ho viste più d’una di partite così – ha detto Giulini a “Radio Anch’io lo Sport” su Radiouno -. È un problema che ha sempre avuto questa società, è raro vedere la Juve bucare una partita così, all’Inter invece capita. Perché accada sinceramente non lo so, nella mia esperienza posso dire che l’unica squadra sempre sul pezzo è stata quella di Mourinho. All’Inter sono stato 8 anni, con il Triplete come apice”. È andato via, ma la nostalgia di Mou ce l’ha anche lui. “Penso che l’Inter ieri possa essere molto felice almeno per la prestazione di Crisetig, anche se la mia grande soddisfazione sarebbe stata vincere 5-1 con un gol di Samuele Longo”. 

Dopo le stoccate all’Inter però il presidente dei sardi si gode la vittoria: “Il risveglio è stato magnifico stamattina, più di così potevo solo sognare di fare quattro ‘pere’ alla Juve. Ieri siamo stati veloci, siamo sempre ripartiti bene – ha aggiunto Giulini – chiaramente l’espulsione di Nagatomo ci ha dato una mano, ma abbiamo fatto una grandissima partita, i ragazzi sono stati straordinari. Una squadra razionale avrebbe vinto con Torino e Atalanta in casa e perso a San Siro ma il calcio è così. Sono felice anche per i miei tifosi, il calcio ha bisogno di semplicità e passione. Zeman? L’ho scelto perché è un maestro: con lui vogliamo valorizzare i nostri giovani. Non ho avuto mai dubbi su di lui, casomai posso avere avuto dubbi sul fatto che qualche giocatore non avrebbe potuto interpretare al meglio le sue idee. Non è facile passare da un tipo di calcio a un altro, abbiamo messo in conto di aspettare un paio di mesi”. 

SHARE