SHARE

toto

Nel primo posticipo del lunedì, l’Udinese ha la meglio sul Parma per 4-2. Partita pirotecnica, decisa da una rovesciata di Heurtaux dopo lo show di Di Natale e Cassano. Con questo successo i friulani sono terzi in solitaria, mentre il Parma naviga nei bassi fondi della classifica con appena tre punti.

PARI E SPETTACOLO – Stramaccioni, nonostante i dubbi della vigilia, lancia Di Natale dal primo minuto insieme a Thereau e Kone. Donadoni risponde con Mauri al posto di Lodi e la coppia Coda-Cassano in avanti. Dopo un’iniziale fase di studio la gara si infiamma e, quando corre il 20′, il Parma passa: Cassano verticalizza per Mauri che controlla bene e di destro batte Karnezis. E’ il primo gol dell’argentino in Serie A. La reazione friulana è immediata e, al 28′, porta al pareggio di Di Natale: Kone mette in mezzo dalla trequarti, Badu fa da sponda e il capitano colpisce di destro al volo superando Mirante. I ritmi sono intensissimi. Ad un minuto dal termine della prima frazione, Cassano ha l’occasione buona per portare in vantaggio i suoi, ma Karnezis è attento. Un minuto più tardi la legge più antica del calcio (gol sbagliato, gol subìto) si concretizza ancora una volta e l’Udinese passa: Widmer affonda sulla destra, traversone basso per Thereau che finta il tiro e libera Di Natale che calcia di prima e porta in vantaggio i suoi realizzando la sua doppietta personale. Finita qui? Macchè. Nel terzo minuto di recupero, Widmer (tra i migliori) commette un ingenuo fallo sull’ottimo Josè Mauri e causa un rigore che Cassano, con un cucchiaio di classe, trasforma. Finisce così 2-2 un primo tempo emozionante e ricco di capovolgimenti di fronte.

HEURTAUX ROVESCIA LA GARA – Il secondo tempo inizia com’era finita la prima frazione, con rapidi capovolgimenti di fronte e le due squadre che danno vita a duri scontri a centrocampo. Al 49′ Di Natale salta Lucarelli e serve Kone che calcia col sinistro ma trova l’ottima risposta di Mirante. E’ il preludio al vantaggio dei padroni di casa che arriva al 57′ grazie ad una perla di Heurtaux. Widmer va sulla destra, rientra sul sinistro e mette in mezzo per Heurtaux che con una splendida rovesciata buca Mirante. Il Parma reagisce e costruisce due ottime occasioni con il solito Cassano, ma Acquah, facendosi espellere per doppia ammonizione, stronca le speranze emiliane. Nonostante l’inferiorità numerica Cassano cerca la magia con un tiro a giro dal limite dell’area, ma la palla sfiora l’incrocio e termina fuori. A chiudere definitivamente i giochi ci pensa poi Thereau che, a sette dalla fine, converge verso il cento e supera Mirante con un destro preciso. Le occasioni per Gullherme e Gobbi (bravissimo Karnezis) non muteranno più il punteggio. L’Udinese conquista il suo terzo successo di fila e balza al terzo posto in classifica, per il Parma, invece, la situazione si fa complicata.

Tabellino

Udinese-Parma 4-2 22′ Mauri, 28′, 45′ Di Natale, 45 + 3′ Cassano, 57′ Heurtaux, 83′ Thereau 

Udinese (4-3-2-1): Karnezis; Piris, Heurtaux, Danilo, Widmer; Badu, Guilherme (87′ Pasquale), Allan; Kone (66′ Domizzi), Thereau; Di Natale (71′ Muriel). All.: Stramaccioni

Parma (4-3-3): Mirante; Mendes (46′ Santacroce), Felipe, Lucarelli, Gobbi; Acquah, Jorquera (65′ Galloppa), Mauri; De Ceglie (61′ Belfodil), Cassano, Coda. All.: Donadoni

Ammoniti: Kone, Widmer

Espulso: Acquah

SHARE