Pagelle Manchester City-Roma 1-1: Silva è un genietto, Totti semplicemente eterno

Pagelle Manchester City-Roma 1-1: Silva è un genietto, Totti semplicemente eterno

manchester city-romapagelle

Ecco le pagelle della sfida dell’Etihad Stadium di Manchester, Manchester City-Roma a cura della redazione di MaiDireCalcio.

PAGELLE MANCHESTER CITY-ROMA

Manchester City:

Hart: Efficace eppure sgraziato nel modo di fare, la sua precipitevolezza gli costa lo scivolone in occasione del gol della Roma. Voto 6

Zabaleta: Dalle due facce, attacca con veemenza ma tende ad essere fin troppo arruffone in fase difensiva, le sue doti atletiche non possono però essere messe in dubbio. Voto 6 

Kompany: Corre e salta ovunque, alle volte troppo energico nei movimenti rischia di fare danni, la sua presenza è comunque imprescindibile per il Citizens. Voto 6,5 

Demichelis: Buona prestazione del centrale argentino, non troppo mobile, ad onor del vero, bravo però a sbrogliare diversi disimpegni. Ok intesa con Kompany. Voto 6 

Clichy: Soffre tantissimo le accelerazioni continue e prolungate di Gervinho. In fase di spinta non si vede quasi mai, rimane sempre basso a protezione della retroguardia. Voto 5,5 

Touré: Il gigantesco centrocampista del City protagonista di una prova tutta sostanza a metà campo, Porta il pressing, attacca e difende. Di testa sono tutte sue. Giocatore simbolo di questa squadra. Voto 6,5 

Fernandinho: L’altro pezzo della cerniera di centrocampo del City. A differenza del collega più illustre anche lui dice la sua, soprattutto nel primo tempo, cala poi vistosamente alla distanza. Voto 6 

Navas: Il primo cambio di Pellegrini è il ballottaggio del prepartita. Lo spagnolo non incanta, solo qualche accelerazione e poco più, si incarta spesso nella manovra a destra. Voto 5 (46′, Milner: Buon impatto sulla partita per lui, bravo a calarsi nella mentalità del 4-3-3 con cui Pellegrini ridisegna i suoi all’inizio del secondo tempo. Voto 6,5)

Silva: Regista da mille e una notte per gli inglesi. Lo spagnolo palla al piede è imprendibile e tra una sterzata e l’altra illumina il gioco dei suoi. Voto 7

Aguero: Una spina nel fianco della Roma. Svelto eppure forte con una tecnica notevole; punta a ripetizione la difesa giallorossa, gli manca però il tocco killer. Voto 6,5 (84′, Jovetic: Un paio di occasioni per colpire, le spreca malamente. Voto 5,5)

Dzeko: Prende un sacco di botte, il primo tempo lo passa a praticare lotta greco-romana con Yanga-Mbiwa, rimedia svariati calcioni, peccato non riesca anche a pungere. Esce sfiancato. Voto 5,5 (57′, Lampard: Si da da fare tra le linee, rompe il gioco e cerca di arrivare al tiro. Voto 6)

Roma:

Skorupski: Non soffre il peso dell’emozione. Scopre di essere titolare e mette in piedi una prova decisamente buona, prende gol su rigore dopo pochi minuti ma risponde presente almeno un paio di volte dopo. Voto 6

Maicon: Pronti-via da incubo, strattonata/follia per l’ex Inter. Si fa perdonare per il resto del game, inanella slalom e rischia anche di segnare subito dopo il rigore. Cala nel secondo tempo. Voto 6,5 

Manolas: Partita ruvidissima per lui, davanti ha dei giganti e lui lo sa. Rischia di capitolare sulla non chiamata su tocco di mani in piena area. Regge il fortino giallorosso nella seconda frazione. Voto 6 

Yanga-Mbiwa: Picchia e mena a tutto spiano, con Dzeko è scontro da altri tempi, uscito lui la partita si rimette ad un moto perpetuo, cerca di mettere una pezza dove può. Voto 5,5 

Cole: Esperienza al servizio della Roma, ritrova l’Inghilterra e si risente a casa. Ecco allora una buona prestazione del laterale che permette una buona spinta sulla sua fascia. Voto 6,5 

Pjanic: Il regista agggiunto di questa Roma, sa fermare il gioco e ripartire, stasera meglio a difendere che a offendere. Sfiora il gol dell’impresa nella ripresa. Voto 6,5 

Keita: A centrocampo non passa dei bei momenti, combatte una lotta senza quartiere contro Fernandinho e Tourè non sembra demordere e alla lunga ottiene ciò che vuole. Voto 6 

Nainggolan: Botte da orbi di altri tempi tra il belga e Yaya Tourè, a centrocampo è roba da veri duri e l’interno giallorosso cerca di farsi sentire, non riesce però ad esprimere bene le sue capacità. Voto 5,5 

Florenzi: Grande dinamismo lungo tutta la partita, dalla seconda mezz’ora in poi macina tantissimo gioco insieme ai suoi. Voto 6 (83′, Holebas: Solo qualche minuto per lui. Voto sv)

Totti: Sbuffa, corre, finalizza. Il capitano entra nella storia in una serata di gala in terra inglese, splendido il tocco con cui trafigge Hart, fuori dal tempo. Voto 7 (72′, Iturbe: Solo qualche spunto nel finale Voto sv)

Gervinho: Ex Gunner con il dente avvelenato. Semina il panico nell’area dei Citizens con le sue discese. E’ sicuramente il pericolo numero uno della Roma in questo momento. Voto 6,5

Stefano Mastini
//

Copyright Image: ABContents