SHARE

romagnoli-sampdoria-57174

 

Il difensore della Sampdoria, Alessio Romagnoli, dopo la promozione in nazionale maggiore di Rugani, è diventato una pedina fondamentale dello scacchiere dell’Under 21 di Gigi Di Biagio. Queste le sue dichiarazioni a “Vivoazzuro”, sul doppio impegno degli azzurrini contro la Slovacchia, per il play-off degli europei di categoria.

Ci aspetta una partita importantissima, ma siamo sereni perché ci stiamo preparando molto bene. Dobbiamo passare il turno e andare all’Europeo. Rugani? Gli faccio i complimenti, essere convocati con la Nazionale maggiore è il sogno di tutti. Io devo impegnarmi e ripagare la fiducia del mister, che ha sempre creduto in questo gruppo”.

Continua parlando delle sue caratteristiche tecniche: “Tutti riconoscono che sono bravo tatticamente, posso migliorare ancora sul piano fisico. Mihajlovic non mi chiede mai di buttare via il pallone, neanche in area. Ed è meglio (ride, ndr) perché forse non lo farei neppure se me lo chiedesse. Ma lui vuole che impostiamo sempre l’azione da dietro, che giochiamo la palla già noi difensori”.

Ancora apprezzamenti per il suo tecnico : “Una mentalità da allenatore da grande squadra.  Vedo molti punti di contatto tra lui e Garcia, sono due tecnici vincenti. E la settimana prossima rivedrò Zeman, che mi ha preso dalla Primavera, mi ha fatto esordire, e ha sempre avuto parole importanti per me: sarà un piacere ritrovarlo”

Sul pesante paragone con Nesta, Romagnoli afferma : “Sono onorato di questo accostamento, a Genova sto giocando con continuità e spero di continuare così. Champions con la Samp? Il campionato è appena iniziato, l’obiettivo è chiudere nella parte sinistra della classifica. Ora penso a fare il meglio possibile e a giocare 25/30 partite. Spero un giorno di tornare titolare alla Roma. Le polemiche per la gara con la Juve? Non l’ho vista, ero in area…”.

Chiude con un pensiero sul presidente Ferrero“Il presidente è romano come me, anche noi lo chiamiamo ‘Er Viperetta’, come tutti, ci dà una grande carica. Siamo entrambi tifosi della Roma, ma non ne parliamo, abbiamo entrambi in testa solo la Sampdoria. Al massimo ogni tanto parliamo di Roma città… A Genova mi trovo bene, anche se la famiglia mi manca un po’, è normale”.