SHARE

guarin

In un San Siro ancora frastornato dalle improvvise dimissioni di Massimo Moratti, l’Inter non riesce ad andare oltre ad uno scialbo 0-0 contro il Saint Etienne. Partita giocata a ritmi molto bassi da entrambe le squadre, continuamente spezzettata a centrocampo da falli, cartellini gialli e errori di impostazione. Tra le due compagini, chi può recriminare qualcosa è quella  francese, vicina al vantaggio in almeno due occasioni sventate da Carrizo. Prova assolutamente incolore degli uomini di Mazzarri, ancora una volta sommerso dai fischi, privi di stimoli e di idee.

RITMI BASSI, POCHE OCCASIONI – Le prime battute di match non sono proprio contraddistinte dalla velocità del ritmo di gara, aspetto che segnerà tutto il corso del match. Il gioco tende a ristagnare a centrocampo, con le azioni che spesso vengono spezzettate e ostacolate dal pressing avversario. La prima occasione del match è in favore dell’Inter con Mauro Icardi, l’argentino viene servito spalle alla difesa da Guarin ma la conclusione da dentro l’area termina altissima sopra la traversa. Il Saint Etienne risponde intorno alla mezzora sugli sviluppi di un corner con Theophile che di testa anticipa la difesa nerazzurra e sfiora il palo alla sinistra di Carrizo. L’occasione più importante della prima frazione di gioco è ancora per i francesi, grande bordata dai 30 mt su una punizione a due  calciata da Tabanou, decisivo Carrizo che vola a deviare sopra la traversa.

MEGLIO I FRANCESI MA FINISCE PARI – Dopo pochi minuti dalla ripresa, un deludente M’Vila, chiede il cambio per una distorsione al ginocchio, al suo posto Hernanes. Al 63 si fa viva l’Inter sfiorando la rete del vantaggio, Guarin dalla destra serve in area Kuzmanovic che prova a incrociare sul palo lungo ma Ruffier è bravissimo ad allungarsi e a mettere la palla in corner. Dopo 5 minuti però sono i francesi in ripartenza ad andare pericolosamente alla conclusione prima con Tabanou ma soprattutto con Hamouma che dopo aver superato Dodò in area, si fa respingere la conclusione da un attento Carrizo. Dopo la doppia occasione per gli ospiti, il match si trascina stancamente fino al 90’ senza che i nerazzurri riescano mai a farsi pericolosi in area francese. Gli ormai abituali fischi accompagnano il fischio finale dell’arbitro, che decreta la fine di un match avaro di gol e emozioni.

TABELLINO E PAGELLE

INTER-SAINT ETIENNE 0-0

INTER (3-5-1-1): Carrizo 6,5; Andreolli 6, Vidic 6, Juan Jesus 6,5 ; Mbaye 5,5, M’Vila 5 (dal 54’) Hernanes 5, Kovacic 5, Kuzmanovic 5,5 (dal 85’) Krhin , Dodò 5; Guarin 5,5 (dal 70’) Palacio 5,5; Icardi 5. All: Mazzarri 4,5

SAIN ETIENNE (4-2-3-1): Ruffier 6,5; Theophile 6,5, Sall 6, Clement 6, Lemoine 6,5; Pogba 6(dal 78’) Baysse, Perrin 6,5; Tabanou 6,5, Diomande 5,5, Hamouma 6,5; Van Wolfswinkel 5,5 (dal 65’) Monnet-Paquet 5,5. All: Galtier 6,5

Il Migliore – Carrizo 6,5: In mezzo ad una sfilza di insufficienze, l’estremo difensore argentine si dimostra molto più utile di tanti suoi compagni di squadra nettamente al di sotto delle aspettative. Decisivo sulla punizione dalla distanza di Tabanou e su una conclusione di Hamouma nella ripresa.

SHARE