SHARE

modenabolognaL’unico vincitore del derby della via Emilia è la noia. Modena-Bologna è terminato infatti 0-0 al termine di una gara caratterizzata da pochissime occasioni e tanta accortezza tattica.

ESPULSO TROIANELLO– L’avvio di gara è caratterizzato da tensione e noia. Le uniche emozioni arrivano dalle coreografie del pubblico e dall’espulsione del bolognese Troianello, seduto in panchina, per proteste al 19’. Sei minuti dopo arriva anche il primo tiro in porta da parte di Ferrari ma il portiere ospite Stojanovic blocca senza affanni. Al 42’ ci prova ancora il Modena con Nizzetto il cui diagonale, dopo una lunga incursione palla al piede, termina a lato. Si va così al riposo sullo zero a zero.

PROTESTE CACIA– Nella ripresa il Modena prova a continuare a fare la partita con un bel tiro al volo di Salifu che termina larga al 52’. Due minuti dopo, finalmente, si vede anche il Bologna che produce l’occasione più ghiotta del match con Acquafresca che di testa sfiora il palo su un bel cross di Ceccarelli. Al 59’ poi gli uomini di Lopez invocano un rigore per un intervento in area di Zoboli su Cacia ma il direttore di gara Pasqua non ravvisa gli estremi per il penalty. Nel finale l’unico brivido lo porta ancora Cacia il cui colpo di testa da buona posizione termina alto sopra la traversa all’85’. E’ l’ultima occasione di una gara oggettivamente noiosa in cui sia Bologna che Modena hanno badato più che altro a non prenderle.

SHARE