SHARE

cuadrado-fiorentina

Fiorentina regina d’Europa League. Questo il verdetto continentale, frutto degli sforzi della viola nella seconda competizione europea e che garantirà una buona dose di punti al ranking italiano. Discorso tutto da rivedere per quanto riguarda il campionato, con una Fiorentina decisamente al di sotto delle aspettative e che non sta riuscendo nell’impresa di trovare continuità di risultati e prestazioni.

FIORENTINA E MILAN In calendario c’è Milan-Fiorentina, incontro del Meazza che già da 3 anni regala buone sensazioni, e punti, alla squadra gigliata. La viola di Montella può infatti vantare un buon rendimento nelle trasferte è proprio contro i rossoneri potrebbe avvenire il rilancio della Fiorentina in Serie A, contro una squadra che, esclusa la partita contro la Juventus e la prima di campionato con la Lazio, non ha ancora incontrato dei rivali di alto livello. Il Milan della rinascita di Inzaghi e una squadra in continuo divenire e che vive di emozioni con il risultato di avere un rendimento altalenante durante la stessa gara, soprattutto la difesa del Diavolo, molto fisica, rappresenta il punto debole contro squadre che possono vantare giocatori molto tecnici, in questo caso proprio la viola.
FIORENTINA TURNOVER AL CONTRARIO Via allora al turnover al contrario, tanti cambi rispetto alla trasferta europea di Salonicco, tutti i reparti indiziati: in difesa ritornano Savic, Gonzalo Rodriguez e Marcos Alonso, con uno tra Tomovic e Richards a completare il reparto arretrato (inglese indiziato numero uno); sulla linea mediana si registra l’infortunio di Pizarro (in calo nelle ultime prestazioni), il cileno sarà sostituito da Badelj o Aquilani, con il romano sicuro di giocare sia che ci sia il croato o Kurtic, e che potrebbe ricoprire sia il ruolo di interno che quello di regista arretrato. Borja Valero è stato centellinato nelle ultime due gare per fargli acquisire minutaggio onde evitare ricadute e a Milano dovrebbe essere tra i titolari. In attacco ritorna il trittico formato fa Babacar, Mati e Cuadrado, con Ilicic e/o Marin che potrebbero avere qualche chance di giocare una fetta di partita, indicativamente nel secondo tempo.
FIORENTINA-MILAN SPUNTI TATTICI Importantissimo capire quanto saranno alti i ritmi del game. Nel caso in cui il Milan riuscisse a pressare i viola con insistenza potrebbero rischiare il colpaccio (Lazio style), altrimenti con tempo di gioco più lenti la tecnica della Fiorentina potrebbe fare molto male al Diavolo. Uomini importanti per la viola, oltre ai soliti noti Cuadrado in primis, sono Mati Fernandez, giocatore capace di saltare l’uomo con facilità e di saper cucire il gioco tra le linee, e Borja Valero per la sua capacità di leggere il gioco. Davanti sarà una partita dura per Babacar che dovrà spendersi in battaglie fisiche contro i corazzieri milanisti, mentre Cuadrado sarà sicuramente il sorvegliato speciale da parte degli uomini di Inzaghi. Infine scontro a 4 sugli esterni, Marcos Alonso e Richards potrebbero essere una buona arma con la loro fisicità per “scassare” il fortino rossonero.
Stefano Mastini