SHARE

milan-fiorentina2

Posticipo dell’ottava giornata di Serie A che regala una sfida di tutto rispetto, Milan-Fiorentina rappresenta una ghiottissima occasione per entrambe le formazioni di fare punti pesanti contro una diretta avversaria per l’Europa. Pippo Inzaghi ha tutti a disposizione tranne Montolivo. A centrocampo De Jong rientra dalla squalifica e torna al suo posto accanto a Poli e Muntari, con Essien che torna in panchina; in avanti Torres sarà affiancato da Honda e El Shaarawy. Tante le defezioni in casa Fiorentina, Montella deve fare a meno di Pizarro, Rossi e Gomez.

TABELLINO MILAN-FIORENTINA

MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Alex, Zapata, De Sciglio; Poli, De Jong, Muntari; Honda, Torres, El Shaarawy.

A disposizione: Diego Lopez, Agazzi, Armero, Bonera, Rami, Essien, Saponara, Van Ginkel, Bonaventura, Niang, Pazzini, Menez. All. Filippo Inzaghi.

FIORENTINA (4-3-2-1): Neto; Tomovic, Savic, Rodriguez, Alonso; Kurtic, Borja Valero, Aquilani; Matias Fernandez, Cuadrado; Babacar.

A diposizione: Lupatelli, Tatarusanu, Badelj, Basanta, Paqual, Joaquin, Richards, Marin, Lazzari, Ilicic, Bernardeschi, Vargas. All. Vincenzo Montella.

GOL: De Jong 26′, Ilicic 65′

AMMONITI: Cuadrado, Muntari, Gonzalo Rodriguez

ESPULSI:

CRONACA Prima frazione di gioco molto paurosa e attendista da parte delle due squadre. Il Milan sembra più convinto nel modo di portare palla, la Fiorentina sta bassa per i primi venti minuti. Molti falli in questa prima fase, sugli scudi Muntari e De Sciglio. Alla mezz’ora passano i rossoneri: calcio d’angolo con sponda centrale di Muntari che trova De Jong solo con Borja Valero fuori posizione a saltargli, unico, contro, palla in rete con Neto tagliato fuori. Fiorentina che accenna ad una timida reazione cingendo la porta di Abbiati con il suo possesso, nessun tiro però impensierisce il portiere del Milan, solo Kurtic ci prova dalla distanza ma il suo tentativo finisce tranquillamente a lato. Banti fischia la fine della prima frazione senza recupero, Milan in vantaggio meritatamente per quanto fatto vedere in questi primi 45 minuti, bravo a sfruttare una palla inattiva per sbloccare il risultato; Fiorentina sfasata, molto sotto ritmo e con un gioco praticamente assente.

Secondo tempo che si apre sulla falsa riga del primo, squadre molto statiche in campo. Montella inserisce Ilicic per un evanescente Kurtic, adesso la viola è a trazione anteriore con un offensivo 4-1-4-1. Al 65′ proprio il neo entrato Ilicic porta la viola sul pari: grande penetrazione del numero 72 che dal limite dell’area lascia partire il sinistro, bel tracciante il suo che trafigge Abbiati. Partita in bilico, entrambe le squadre provano a vincere. Cambi per entrambe le squadre: dentro Vargas e Badelj per Mati e Babacar nella viola, Torres e Bonaventura per Poli e Menez per i rossoneri. All’86’ Vargas spara da lontano una palla che finisce di poco alta sopra la traversa della porta difesa da Abbiati. Concessi 3 minuti di recupero: niente di sconvolgente nell’extra time, tantissime interruzioni di gioco con un Banti decisamente in confusione. Finisce con un pareggio Milan-Fiorentina. Milan che perde l’occasione di fare tre punti che ad un certo punto erano dati per fatti, con una Fiorentina capace di giocare solo una parte di secondo tempo. L’inserimento di Ilicic ha portato fortuna a Montella, strappando un punto che fa morale, e poco più, in casa gigliata.

 

Stefano Mastini